La propagazione: parla uno dei Magnifici 6.

Mauro Negro é Ingegnere, la cui tesi di laurea riguarda da vicino un argomento caro a tutti gli appassionati Citizen: la propagazione delle onde.

Inoltre è il primo dei magnifici 6, i fortunati possessori dell’Evo5 World Timer Perpetual Citizenmania Special Edition a cui ho chiesto una recensione sull’orologio.

Alla mia domanda l’Ingegnere ha risposto come leggerete.

Lascio a lui la parola:

 

Antefatto

A cosa “serve” il tempo ?

Era un mercante di pillole perfezionate che calmavano la sete. Se ne inghiottiva una alla settimana e non si sentiva più il bisogno di bere.
“Perché vendi questa roba?” disse il piccolo principe.
“È una grossa economia di tempo”, disse il mercante, “Gli esperti hanno fatto dei calcoli. Si risparmiano 53 minuti a settimana”.
“E cosa se ne fa di questi 53 minuti?”
“Se ne fa quel che si vuole…”
“Io”, disse il piccolo principe, “se avessi 53 minuti da spendere, camminerei adagio adagio verso una fontana…”

( A. De Saint Exupery “ il piccolo principe ” )

Il bravissimo Cannoletta mi chiede :

– vuoi scrivere una recensione sul nuovo citizen special edition ? e sulla storia della misura del tempo ? da pubblicare ?

– rispondo : Veramente no.. perché deve essere un articolo breve ma esaustivo (se no che recensione è?) , tecnico (se no che senso ha pubblicare?) ma simpatico (altrimenti i lettori sbadigliano) e che colpisca l’attenzione. Praticamente una mission impossibile.

Ci provo ma ai lettori chiedo un po’ di “captatio benevolentiae”

e che sarebbe ? – siate tolleranti perdonate gli errori di orotgrafia (l’ho fatto apposta!) e tante cose che ho dovute e voluto descrivere alla buona. E se sono riuscito a catturare la vostra attenzione… allora è un grande risultato

Fisica:

facciamo un richiamo.

– Ooooo!

– Non quel richiamo !

Dal greco eletron ( = “di colore biondo”) nome greco dell’ambra viene il nome elettricità : gli antichi si erano accorti che bacchette di ambra strofinate attiravano pezzetti di altra ambra. Era una curiosità.

Altra curiosità in Turchia in località Kalamita pezzi di ferro si attiravano.

Nel 1200 in Europa già nota in oriente arriva la bussola. Tutti si chiedono perché un pezzo di ferro si orienta sempre in una direzione ?

Nel 1600 il fisico inglese John Gilbert “Giovanni Gilberto” cerca di dare una prima spiegazione. E ipotizza che il pianeta terra sia una grande calamita.

 

La propagazione ondosa

Il fisico inglese Maxwell alla fine dell’800 aveva supposto che i fenomeni elettromagnetici potessero essere descritti da un blocco di equazioni matematiche

è interessante notare che Maxwell non aveva fisicamente nessuno strumento per verificare ciò che aveva pensato

era tutto studio di sola mente ; per giunta senza l’aiuto di colleghi che poco capivano di quella nuova materia.

Solo molto tempo dopo la pubblicazione fu verificato che aveva ragione.

Cosa sono le onde elettromagnetiche ?

Prima cosa si chiamano così perché la loro rappresentazione in forma di equazione nei casi più semplici è molto simile all’equazione che descrive il movimento delle onde di mare ( un fenomeno che era già noto e studiato )

Secondo sono la manifestazione “fisica” cioè il fenomeno che si manifesta in natura circa la variazione nel tempo di due campi: uno magnetico e uno elettrico.

Cos’è un campo ? è una porzione di spazio in cui al variare del tempo si ha un fenomeno di presenza di energia

Traduzione alla buona di quanto sopra : una sorgente di elettroni ( elettricità ) se si muove nel tempo provoca un flusso di energia che si propaga secondo leggi matematiche dette equazioni nello spazio.

Quindi si ha trasporto di energia. Quindi anche un segnale può trasportare un’informazione.

Il succo finale è che un fenomeno fisico ( qui elettromagnetico ) può essere prodotto e usato per trasportare un’informazione. Quale ?

Beh di tanti tipi: posizione, temperatura ecc e tempo

È chiaro che la trasmissione dipende da tanti fattori ( energia, mezzo in cui si propaga, ecc.. ) ma questi sono studiati o studiabili e quindi possono essere quantificati. Così come il suo trattamento e conservazione.

Per i lettori si precisa che il fenomeno dei campi elettromagnetici è considerato universalmente uno dei più difficili della scienza.

All’inizio del ‘900 si comprende che cosa è la luce. È una particolare “specie” di onda elettromagnetica

Guglielmo Marconi darà il suo contributo le onde radio. A cui seguiranno i radar e poi le microonde. Tutti studi nati da quella prima osservazione.

Infine il laser e poi gli studi attuali

Quindi produrre e trasmettere un segnale che sia facile da ricevere, pulito e sicuro è proprio la condizione ideale per uno strumento che deve misurare il tempo.

E alla fine

Cosa c’è di meglio oggi che produrre un segnale sicuro e diffonderlo per il mondo sottoforma di segnale elm?

Domanda retorica ?

Niente!

Beh ….a dire il vero forse qualcosa c’è o meglio ci sarà in futuro: ma è argomento per appassionati di fisica e matematica. ( forse c’era già : solo che non l’abbiamo mai usato ).

Ma comunque oggi è il sistema migliore e più usat.


chi” fa il tempo ?

Alice, che l’aveva guardato curiosamente, disse: — Che strano orologio! segna i giorni e non dice le ore.

Perchè? — esclamò il Cappellaio. — Che forse il tuo orologio segna in che anno siamo? — No, — si affrettò a rispondere Alice — ma l’orologio segna lo stesso anno per molto tempo. — Quello che fa il mio, — rispose il Cappellaio.

Alice ebbe un istante di grande confusione. Le pareva che l’osservazione del Cappellaio non avesse alcun senso; e pure egli parlava correttamente…..

Ma credo potresti fare qualche cosa di meglio che perdere il tempo, proponendo indovinelli senza senso. – Se tu conoscessi il tempo come lo conosco io, — rispose il Cappellaio, — non diresti che lo perdiamo. Domandaglielo. Scommetto che tu non hai mai parlato col tempo. — Forse no, — rispose prudentemente Alice; — ma so che debbo battere il tempo quando studio la musica. — Ahi, adesso si spiega, — disse il Cappellaio. — Il tempo non vuol esser battuto. Se tu fossi in buone relazioni con lui, farebbe dell’orologio ciò che tu vuoi. Per esempio, supponi che siano le nove, l’ora delle lezioni, basterebbe che gli dicessi una parolina all orecchio, e in un lampo la lancetta andrebbe innanzi! Mezzogiorno, l’ora del desinare! Sarebbe magnifico, davvero — disse Alice pensosa: — ma non avrei fame a quell’ora, capisci. — Da principio, forse, no, — riprese il Cappellaio, — ma potresti fermarlo su le dodici fin quando ti parrebbe e piacerebbe. — E tu fai così? — domandò Alice. Il Cappellaio scosse mestamente la testa e rispose: — Io no.

( Lewis Carroll “ Alice nel paese delle meraviglie ” )


6 Commenti

  1. AntonioA

    Ciao a tutti scusatemi se probabilmente ho sbagliato a postare e cmq complimenti per l’ottimo blog.Ho acquistato da poco un crono aqualand bj2111 e volevo sapere se era possibile sostituire il cinturino in poliuretano con uno in acciao.Grazie

  2. Ciao AntonioA,
    la sostituzione del cinturino è possibile, ma dovrai accontentarti di cercare un bracciale non originale, in quanto Citizen non prevede la versione metallo per questo modello.
    Salutoni.

  3. mirko017

    L’articolo e’ indubbiamente “brillante”, ma mi pare che manchi del tutto quello che doveva essere il requisito fondamentale, ossia la recensione dell’orologio……
    Saluti.

  4. Ciao tutti.
    Permettetemi, una volta sola, di “auto-incensarmi”.
    Il motivo? Eccolo: avete letto il post dell’Ing. Negro?
    Il mio merito? Quello di convincerlo a scrivere per noi.
    Sono veramente soddisfatto e aspetto con ansia la seconda puntata del suo lavoro.
    Grazie Ingegnere.
    Salutissimi.

  5. AntonioA

    Ah ok..e qlc sa la larghezza delle anse del bj2111?

  6. Ciao AntonioA,
    la misura dell’ansa del BJ2111 è mm.18,50, quindi i bracciali in acciaio con ansa 18 mm. andranno più che bene.
    Salutissimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *