La passione

“La passione si sente” recita il cliam di una importante radio nazionale che tratta temi economico-finanziaria. Nel nostro caso il claim potrebbe essere modificato in :”la passione si vede”. Luca è un professionista che svolge la sua attività nel mondo degli orologi legato al marchio Citizen. Oltre alla passione degli orologi ha anche la passione della fotografia e dato che gli passano tra le mani molti orologi Citizen non si fà perdere l’occasione di qualche “scatto” artistico con risultati ammirevoli

 

 

 

 

 

 


3 Commenti

  1. Avevo sempre desiderato un orologio preciso e bello stilisticamente e inoltre a carica illimitata. E così finalmente tre anni or sono ho acquistato un bellissimo Pilot Ecodrive. Ad aprile di quest’anno qualcosa non ha più funzionato e prontamente l’ho portato dal mio rivenditore di fiducia dove mi servo da anni. Dopo quattro mesi, oggi 16 settembre 2011, il negoziante mi riferisce, molto imbarazzato, che l’orologio è ritornato con diversi pezzi sostituiti, ma non funziona. Oggi, veramente seccato, vi scrivo perhè andavo orgolgioso del mio orologio e sono estremamente deluso! Un brand come il Vostro che non si preoccupa neanche di mettere nel suo sito uno spazio riservato alla customer satisfaction dei suoi affezionati clienti e raccoglie solo i commenti positivi è sinonimo di decadenza o ancor peggio di una puerile e assurda arroganza. Sappiate che non mancherò occasione per mettere in risalto il vostro atteggiamento negativo negli ambienti frequentati dal sottoscritto. Ergo, con voi e i vostri prodotti ho chiuso e, credetemi, è una decisione che mi rattrista. Distinti saluti.

  2. @Andrea

    Questo è un blog di appassionati, se vuoi esternare il tuo disappunto a Citizen Watch Italy spa, sul sito internet dell’azienda è disponibile una pagina con le indicazione per contattare il customer care dove potrai manifestare le sue lamentele:
    http://www.citizen.it/contact.jsp

  3. Mi spiace molto che Andrea abbia avuto un’esperienza negativa con un prodotto Citizen. Ciò che scrive nel suo commento però è abbastanza inquietante:
    (quote) Dopo quattro mesi, oggi 16 settembre 2011, il negoziante mi riferisce, molto imbarazzato, che l’orologio è ritornato con diversi pezzi sostituiti, ma non funziona.
    Non esiste che un orologio mandato in riparazione al quale vengono sostituite delle parti rientri non funzionante (minimo !!
    Il sospetto è che la riparazione sia stata mal gestita, magari da un tecnico non preparato sui prodotti Citizen.
    Il consiglio per Andrea è:

    -verificare che il rivenditore sia un rivenditore ufficiale Citizen (riconsegnando un orologio non riparato non si è contraddistinto per professionalità)
    -verificare che l’intervento di (non ) riparazione sia stato effettuato da un centro assistenza ufficiale Citizen
    -far valere i suoi diritti: se ha chiesto che l’orologio venga riparato l’orologio gli deve essere restituito riparato! Non ci sono storie. Al massimo si può discutere sui tempi (il periodo estivo con le chiusure per ferie fa sempre dilatare i tempi, una parte mancante può chiedere qualche giorno in più etc). Si ricordi Andrea che gli interventi effettuati dai centri assistenza autorizzati sono coperti da una garanzia di 6 mesi sulla bontà dello stesso.
    -come dice Fabio, questo è un blog di appassionati, la sua lamentela è legittima ma postata quà non risolve il suo problema. Contatti Citizen tramite i riferimenti indicati da Fabio ed esponga là, la sua lamentela (magari fornendo i dettagli per poter effettuare le verifiche del caso ed intervenire). Di solito Citizen risponde (spero di non essere smentito su questo punto)
    -su questo blog invece è molto più utile e interessante che Andrea citi i nomi del rivenditore e del tecnico che ha effettuato la riparazione in modo che tutti gli altri appassionati dei prodotti Citizen abbiano conoscenza del livello di servizio e professionalità che possono trovare presso alcuni attori della filiera distributiva. La professionalità, la capacità e il livello di servizio del venditore fa veramente la differenza: personalmente sono convinto che Enrico Cannoletta, Marco Limbiati, Daniele Calasso (per citare i concessionari Citizen che i lettori di CitizenMania conoscono) mai avrebbero abbandonato un loro cliente in questa situazione.

    Auguro ad Andrea di risolvere la sua situazione e rinnovare l’orgoglio per il suo orologio Citizen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *