La finitura del Titanio -prima parte-

Come promesso a Luca di seguito un dettaglio sulle modalità di finitura delle superfici degli orologi Citizen in titanio.

marinaut

Le caratteristiche distintive del titanio sono l’elevato rapporto resistenza/peso (è più leggero dell’acciaio del 40%) e la resistenza alla corrosione oltre ad essere biocompatibile con un livello di tossicità estremamente basso che non genera allergie.

Nelle formulazioni classiche impiegate per la produzione di casse e bracciali di orologi non ha particolari caratteristiche estetiche (si presenta infatti con una tonalità grigio opaca) ne tanto meno di durezza superficiale (non ha grande resistenza all’usura e ai graffi).

Citizen ormai da anni adotta lavorazioni particolari su casse e bracciali dei suoi orologi realizzati in titanio, con lo scopo di ottenere superfici con elevata resistenza ai graffi  e all’usura oltre ad un aspetto estetico piacevole e raffinato.

duratect Duratect è il termine generale utilizzato da Citizen per identificare varie tecnologie di finitura superficiale che permettono la realizzazione di orologi in titanio con una elevata “durezza” della superficie (5/6 volte superiore a quella naturale del titanio –fino a 1200/1400 vickers rispetto ai circa 200 vickers del titanio normale) a garanzia di protezione rispetto ai graffi e all’usura generati dall’utilizzo quotidiano oltre a tonalità e cromatismi del metallo di particolare pregio.

In estrema sintesi lo schema seguente mostra le diverse tecnologie di finitura utilizzate da Citizen per lavorare la superficie dei suoi orologi in titanio.

schema duratect copia

Nel dettaglio 3 sono i processi utilizzati indicati dalla denominazione generale Duratect:

  • IP (Ion plating)
  • Low-temperature plasma
  • Gas hardening

Ciascuna delle 3 tecnologie sopra citate ha caratteristiche proprie che permettono risultati differenti.

Nel prossimo post un approfondimento delle caratteristiche di ciascuna lavorazione elencate nello schema


3 Commenti

  1. giacomo

    Salve, ho visto che alcuni modelli di citizen, ad esempio il “Citizen BL 8020 Perpetual Calendar” in titanio hanno la dicitura titanio STC e volevo sapere se è lo stesso processo del Duratect o è un altro processo di lavorazione di questo materiale.
    Grazie a presto

  2. Marcello

    @Giacomo,
    l’STC rientra nella famiglia delle finiture PTICC (la seconda partendo dall’alto nello schema sopra) realizzate tramite IP. In grande sintesi è realizzata riportando un film a base di carburo di titanio e di platino. Il platino conferisce una tonalità estremamente brillante e chiara. A breve Fabio dovrebbe pubblicare la seconda parte dell’approfondimento tecnico sulle finiture del titanio con i dettagli delle varie possibilità

  3. Daniele

    Buongiorno,
    vorrei sapere quale fra i vari modelli dei Pilot è fatto in titanio finito con il trattamento Duratech. Ho notato che per alcuni orologi la Citizen parla di Super Titanio, o titanio bianco, mentre per altri dice solo titanio senza specificazioni.
    Mi piacerebbe dunque comprendere se ci sono differenze tra i materiali designati in questi diversi modi.
    Vi ringrazio anticipatamente, a presto

Trackbacks/Pingbacks

  1. La finitura del Titanio -seconda parte- - CITIZENMANIA - [...] Qui trovi la prima parte delle informazioni. Segnala oppure stampa su: [...]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *