Quando la batteria si scarica

La risposta intelligente di MIRCO 017 ad un lettore che lamentava una repentina morte di un accumulatore, mi ha dato lo spunto per un articolo tecnico che evidenzi i motivi di un consumo anomalo di batterie o accumulatori.

Quando una batteria si scarica in un tempo troppo breve, la prima reazione che si ha è proprio quella di prendersela proprio con la batteria medesima.

in alcuni casi questa è proprio la causa, ma non sempre è così.

Batteria

Sarebbe infatti come incolpare la benzina o il benzinaio riguardo agli alti consumi verificati sulla nostra auto.

In orologeria elettronica le cause di un consumo energetico elevato sono molteplici e molto interessanti.

Prima di ogni sostituzione della batteria negli orologi a quarzo tradizionali o dell’accumulatore per quelli eco-drive o a celle solari, sarebbe buona norma controllare l’assortimento di circuiti e movimento.

Dico sarebbe perché si è diffusa la Barbara usanza di pretendere seduta stante il cambio pila, ritenendo a torto questa operazione abbastanza banale.

Il fatto che sostituire una batteria sia semplice non deve infatti far pensare che in orologeria la si possa effettuare in modo superficiale.

I moderni circuiti caos e successivi evitano almeno l’uso del bracciale anti-statico, ma fino a qualche tempo fa gli orologiai coscienti che sostituivano le batterie lavoravano con bracciali in rame collegati a terra.

Il controllo dei consumi evidenzia immediatamente lo stato di funzionamento di buona parte dell’orologio, evitando che la nuova batteria o l’accumulatore abbiano vita breve.

Occorre quindi misurare l’assortimento generale, e nello specifico caso di anomalia, verificare l’assortimento ai capi della o delle bobine, e in determinati punti del circuito.

Un consumo superiore alla norma può essere dovuto a un corto parziale o totale della bobina, ad un deterioramento di uno dei circuiti integrati oppure a uno dei componenti elettronici esterni.

Anche i problemi meccanici possono tradursi in un consumo eccessivo, costringendo la batteria a fornire più energia per vincere attriti non previsti.

In ausilio al tecnico, in questo caso viene l’esperienza, accompagnata dalle tabelle di controllo che tutti i costruttori forniscono.

In alcuni casi anche una lancetta mal posizionata e non perfettamente parallela al quadrante potrebbe creare problemi di assorbimento.

Nel caso degli accumulatori interviene poi un altro importante fattore.

Essi abbisognano di una seria e completa carica, una volta montati sul movimento.

La mancanza di questa carica iniziale mette perennemente l’accumulatore a dura prova, costringendolo a lavorare in range di criticità.

Se portate quindi l’orologio per la sostituzione della batteria presso uno sconosciuto, mettete in preventivo eventuali sorprese.

Un antico proverbio popolare sentenzia: “È sempre meglio farsi impiccare da un buon boia”.


48 Commenti

  1. Ciao,
    considerando un orologio come il CA-0145-00E, dalla 1° carica completa effettuata (min. 6h sotto la luce artificiale o solare, con corona estratta), mediamente la durata è di un paio di mesi, giusto?

    Se fosse inferiore a un paio di mesi è necessario allarmarsi?

    Saluti

  2. Ciao Marco91,
    come detto all’amico Vlad74, la riserva di carica dipende molto dall’utilizzo.
    Inoltre il tempo dichiarato come riserva è considerato con l’orologio funzionante e completamente e costantemente al buio.
    Per un orologio come il CA0145-00E, indossato normalmente e riposto in zona non completamente al buio, la carica si può dire inesauribile.
    Recentemente è stato calcolato che 2 minuti di esposizione alla luce sono sufficienti per 24 ore di funzionamento. Tutto il resto è energia conservata dall’accumulatore.
    Salutissimi.

  3. Ciao Enrico,
    ok, allora vado tranquillo!

    a presto,
    Marco

  4. Marco91

    A giorni mi arriverà il BN0100, ricordo che Enrico diceva di tenere la corona estratta per un pò di ore e lasciarlo esposto al sole per una carica completa.
    Devo farlo anche su questo BN0100 promaster? (oppure mi basta svitarla senza estrarla?)

    Se mi arrivasse che la lancetta è ferma, basta esporlo al sole e parte?

    Ciao,
    Marco

  5. mirko017

    Ciao Marco91,
    il consiglio di estrarre completamente la corona durante la ricarica e’ sempre valido.
    Chiaramente nei modelli radiocontrollati questa precauzione e’ piu’ importante, dal momento che l’orologio consuma energia durante la ricezione del segnale e quindi estraendo la corona si impedisce che la ricezione possa avvenire.
    Saluti.

  6. Marco91

    Ciao Mirko,
    quindi la prima cosa da fare appena mi arriva il BN0100 è di svitare la corona, estrarla totalmente e lasciarlo cosè per 4-5h che sia alla luce solare o artificiale?

  7. mirko017

    Beh, non e’ proprio indispensabile che questa sia la “prima cosa da fare”.
    Diciamo che male non fa, ma nel caso l’orologio ti arrivasse perfettamente carico potresti anche rimandarla nel tempo.
    Saluti.

  8. Marco91

    Ok.
    Per “perfettamente carico” significa che la lancetta dei secondi non deve andare di 2 sec. in 2 sec., giusto?

    ciao

  9. mirko017

    Non esattamente.
    Quando la lancetta dei secondi va avanti a scatti di due anziche’ di uno vuol dire che hai raggiunto il livello di guardia e l’orologio sta per scaricarsi completamente.
    In tutte le altre condizioni la lancetta dei secondi procede regolarmente, ma questo di per se’ non vuol dire che la carica sia al massimo: potrebbe essere anche in un qualsiasi livello intermedio superiore al minimo.
    Purtroppo se non e’ presente l’indicatore del livello di carica non e’ possibile capire quanto l’orologio sia carico.
    Saluti.

  10. Marco91

    Grazie delle info Mirko!

    Ieri mi è BN0100-00E mi è arrivato, è stupendo! nel pomeriggio lo lascio esposto al solo circa 2h con la corona estratta, almeno si carica a dovere!

    Ho preso pure l’Urban per mio papà, il problema è che mi rimane avanti di circa 5min, ed il datario non funziona correttamente:
    questa mattina non si era aggiornato, così ho provveduto a regolarlo manualmente, mettendo “17” + “MER”, e nel pomeriggio è diventato “THU”, come mai?

    Inoltre il giorno della settimana si riesce a regolare solo in alcune ore, per esempio tra le 12.00 e le 16.00 non si riusciva a regolare, poi tra le 18.00 e le 22.00 si, poi non ci ho fatto più caso.
    Possibile?

    ciao

  11. mirko017

    Ciao Marco91,
    ti suggerisco di regolare la data al mattino e comunque prima di mezzogiorno.
    Altrimenti c’e’ il rischio che poi la data resti sfalsata di 12 ore e quindi cambi a mezzogiorno anziche’ a mezzanotte, come mi pare stia accadendo a te.
    Saluti.

  12. Marco91

    Ciao Mirko,
    grazie per avermi risposto.

    Alla fine mi sono accorto che l’Urban era in modalità notturna, nel senso che le 13.00 corrispondevano all’1.00 di notte, difatti ruotando l’orario verso la mezzanotte, avendo fatto fare X giri ha iniziato a cambiare la data regolarmente.

    Ora l’ho impostato correttamente, speriamo sia ok!

    Nel manuale c’è scritto di non toccare le regolazioni del datario dalle 9 di sera alle 4 del mattino.
    Io non riuscivo a regolare la data tra le 12.00 e le 16.00, l’orologio pensava fossero le 0.00 e le 4.00.

    Avendo provato a regolare la data in quegli orari (non sapevo che l’orologio pensava fosse notte inoltrata/mattino presto), c’è pericolo che si sia danneggiato? (in quella fascia oraria la data non cambiava..)

    Domani mattina vedrò se me lo ritrovo avanti di 5min. o meno 😉

    saluti

  13. Ciao Marco91,
    tutte le precauzioni relative alla ricarica sono bene accette, ma devi considerare che un orologio NON radiocontrollato solitamente non ne ha bisogno.
    Riguardo invece al posizionamento delle lancette per data e orario, occorre fare molta attenzione dal punto di vista meccanico.
    L’accortezza di evitare di cambiare la data e l’orario tra le 21.00 e la 3.00 è data dal pericolo di forzare il meccanismo che in quegli orari ha già iniziato a predisporsi per il cambio data.
    Naturalmente il riferimento orario è quello segnato dal l’orologio e non l’ora reale.
    Il mio consiglio è quello di regolare le lancette sulle 6.00, sistemare data e orario corretti, e poi non curar scene più.
    Sono certo che tutto sarà apposto.
    Qualora verificassi che la data non scatta a mezzanotte, facci sapere.
    Salutoni.

  14. Marco91

    Ciao Enrico,
    grazie per avermi risposto.

    Direi che l’orologio funziona alla grande, alla fine io non ero consapevole che quando tentai di regolarlo tra le 12.00 e le 16.00 per lui era notte (quindi tra le 0.00 e le 4.00), feci un pò di tentativi..

    ..comunque ora funziona regolarmente, posso vivere sereno o c’è il rischio di aver danneggiato il meccanismo?

    ciao ciao

  15. Salve a tutti.
    Vorrei porre un quesito in merito alla disponibilità di un accumulatore dopo…. la pur lunga vita operativa?
    Citizen dice che, mediamente, dopo 20 anni la batteria perde solo il 20% di efficenza!! La realta invece dice che in taluni casi e dopo anche meno l’accumulatore è bello che andato. E se non è più in produzione quel modello?

    Qualcuno dirà: ” poniti il problema tra 15 anni no?! ”
    Purtroppo non riesco a ragionare così 😉

  16. Francesco C

    Dopo averti dato il benvenuto ti posso solamente fornire un dato: io ho un Citizen Digi-Ana del 1978 e continuo a trovare la batteria da sostituire (mi dura due anni). Quella originale durava solo un anno, quindi sono migliorate come capacità ma mantengono le stesse dimensioni e tensione, che sono standardizzate ormai da tempo.

    Perchè le cose dovrebbero cambiare in futuro?

  17. Ciao Adriao e benvenuto.
    Il tuo commento è giustificato, ma devi pensare che nella maggior parte dei casi, quando l’accumulatore crea problemi, ciò è dovuto a qualche fattore esterno.
    Purtroppo devo constatare che in alcuni casi l’anomalia deriva dal cattivo stoccaggio dell’orologio, il quale viene lasciato troppo a lungo al buio con l’accumulatore già scarico in partenza.
    Sarebbe buona regola, quando si prevede di non utilizzare il nostro eco drive per lungo tempo, provvedere ad una carica completa.
    Ovviamente le caratteristiche dichiarate da Citizen, si riferiscono ad un utilizzo corretto e ad una risposta statistica.
    Ti posso assicurare che ho compiuto personalmente alcune prove di laboratorio le quali hanno confermato i dati ufficiali.
    Detto questo, va comunque affermato, che seppur statisticamente quasi nulla, la presenza di un’anomalia o un difetto tecnico è sempre possibile.
    Riguardo alla possibilità che in futuro non si trovino accumulatori o batterie compatibili, direi che non è possibile in virtù di una semplice legge di mercato.
    I Citizen Eco Drive in circolazione nel mondo sono milioni, e ci sarà sempre qualcuno disposto a creare accumulatori compatibili per assicurarsi questa fetta succulenta di mercato.
    A ciò aggiungi che la forma e le caratteristiche di questi accumulatori sono compatibili con altri milioni di prodotti di altri settori dell’Elettronica, per cui il problema proprio non si pone.
    Salutoni e partecipa al nostro blog.

  18. michele occhiogrosso

    salve, sono in possesso di un Citizen cosmotron volevo sapere che batteria devo installare ,grazie

  19. Forse quello che sto per chiedere non riguarda affatto l’argomento, ma ho questo problema e non so a chi esporlo. Una mia cliente, quando è molto stressata, scarica immediatamente le batterie agli orologi, che hanno tutti la batteria al mercurio. Potremmo risolvere il problema con una batteria al litio oppure un orologio a carica solare?

  20. @laura.
    Cara collega, l’argomento e la sede sono appropriate.
    Citizen ha creato questo blog proprio affinché privati e professionisti possano rivolgersi per informazioni o problematiche a 360 gradi.
    Venendo al soggetto della tua richiesta, devo dire che il problema dell’influenza su movimenti meccanici o moduli elettronici da parte di alcuni possessori, è sempre di attualità.
    Pensiamo solo che Bulova, marca di cui il gruppo Citizen è proprietario, ha creato un orologio meccanico che si chiama Calibrator, che consente ad ogni possessore di regolare autonomamente e personalmente la marcia oraria.
    Infatti tutti noi emaniamo campi, assolutamente naturali che possono modificare il funzionamento di strumenti ad altissima precisione come gli orologi.
    Il problema nasce quando l’entità di queste interferenze diviene macroscopico.
    Alcuni individui arrivano ad arrestare i loro orologi, involontariamente.
    Si tratta di fenomeni perfettamente naturali e spiegati dalla Scienza ufficiale, e non storie di magia o da baraccone.
    L’anomalia, dovuta a produzione anomale di campi elettromagnetici da parte di alcune persone, non incide solitamente sulla batteria, ma direttamente sull’assorbimento del circuito, che di conseguenza scarica le batterie in pochissimo tempo, inserendo aree di dispersione indesiderate.
    Sicuramente Eco-Drive potrebbe costituire un miglioramento, in quanto la produzione di energia è infinita, ma nel caso in cui l’assorbimento fosse elevato, il problema non sarebbe risolto.
    Andrebbe considerato se l’anomalia si manifesta con ogni tipo di orologio, perché una discriminante potrebbe essere una cassa che schermi meglio.
    In altre parole: se la tua cliente subisce lo stesso problema con ogni orologio, purtroppo al momento non esistono soluzioni, a meno di acquistare un Omega meccanico resistente a >15.000 Gauss e spirale libera in silicio.
    Se il problema si manifesta solo con alcuni orologi, allora più che il tipo di alimentazione, direi di scegliere modelli con casse più schermanti o di materiale diverso, come nella Collezione Supertitanio.
    Un Citizen Supertitanio, a mio giudizio, potrebbe essere preso in seria considerazione, ma purtroppo non possiamo sapere in anticipo se la schermatura sia sufficiente al campo prodotto dalla tua cliente.
    Spero di essere stato sufficientemente chiaro. In caso contrario non esitare a contattarmi.
    Cordiali saluti.

  21. Francesco C

    @laura: io le farei provare un orologio automatico, magari prestato. Può darsi che sia meno sensibile di un quarzo al campo elettromagnetico particolare della tua cliente e che quindi risolva la situazione. Se invece l’automatico si magnetizza non c’è veramente soluzione semplice.

  22. Ho un orologio 1080p spia non funziona le lancette , messo in carica per ore con il cavetto niente per caso ci vogliono pile interne

  23. Cara Maria, dovresti per cortesia specificarmi il modello dell’orologio.
    Grazie e cordiali saluti.

  24. Salve, sono disperato dopo 2 anni d´impeccabile funzionamento il mio leonardo H800 ecodrive radiocontrollato sta dando dei segnali abbastanza preoccupanti.
    In maniera apparentemente arbitraria, la lancetta dei secondi si ferma (non nella posizione di riposo), nonostante il livello di carica sia segnalato al massimo e l´orologio continui a segnalare correttamente l´ora. Dopo un periodo di tempo indeterminato dal momento in cui si e´ fermata la lancetta dei secondi , l´orologio cessa di funzionare( lancetta ora e minuti bloccate). Quando l´orologio si trova in questo stato se colpisco il quadrante con due dita, riesco a rimettere in moto le lancette dei secondi facendo ripartire l´orologio dall´´óra in cui ha cessato di funzionare (e quindi segnala un orario sbagliato). Da cosa puo dipendere? Vale la pena portarlo ad un centro assistenza, considerando che la garanzia e´’appena scaduta?

  25. Buonasera Marco,
    ovviamente senza avere materialmente l’orologio non è facile formulare una diagnosi.
    Da quanto leggo, però parrebbe un problema meccanico che potrebbe anche essere banale.
    Se vuole può approfittare della nostra consulenza telefonica gratuita, chiamando il numero 0184.570063 e chiedendo del nostro Capo-tecnico Carloandrea, dal martedì al sabato tra le ore 9.30-12.00 e 16.00-19.00.
    Cordiali saluti.

  26. la ringrazio per avermi risposto.Volevo precisare che la sincronizzazione tramite segnale radio non ha mai avuto problemi.Devo dire che ultimamente (ultimo mese) ha ripreso a funzionare senza intoppi.Quindi lei crede che se lo portassi ad un rivenditore citizen vicino casa, me la potrei cavare anche con poco (come spesa)?
    cordiali saluti,
    Marco sestini.

  27. Jonatan

    Salve io un citizen eco drive , voglio fare una domanda in discreta erano un paio di mesi che non lo utilizzavo e sono andato a ridosarlo e non portava più l’ orari giusti non ha cambiato ne me no la data , e se io tiro la corona tutta la l’accetta dei minuti in comincia a scattare di un modo non corretto. Come faccio a capire se tutto questo quale è il problema? io credo dal mio intuito che tutto questo sia là cumulatore per gentilezza mi date una mano

  28. Jonatan

    Grazie lo stesso ho risolto la anomalia del mio citizen eco -drive

  29. Marcella

    Salve, per motivi di campi energetici il medico mi ha consigliato di non utilizzare orologi a batteria, bensì automatici. Informandomi, ho scoperto che molti automatici hanno però un accumulatore che mi sembra di aver capito sia come una batteria ricaricabile al quarzo – darebbero quindi uguali problemi dei regolari orologi a batteria? Sarebbe quindi necessario utilizzare automatici a molla e non con accumulatore?
    Grazie mille

  30. Buongiorno Marcella,
    i problemi di campi energetici a cui si riferisce sono identici nel caso di orologi a batteria che ad accumulatore.
    L’energia prodotta, infatti è della stessa natura.
    Nel suo caso è certamente consigliabile un orologio a carica manuale o automatica.
    Grazie per la sua visita al nostro blog.

  31. Marcella

    Grazie per la risposta 🙂

  32. Salve a tutti,
    Possiedo da circa 15 anni un Aqualand promaster eco drive JV000028-E, meccanismo U100.
    Pensavo di averlo perso nel trasloco di casa…., mentre era solo “nascosto” tra gli incartamenti della mia trascorsa attività. È rimasto chiuso così per circa 2 anni.
    Come più volte scritto nel blog ho seguito i consigli di esporlo alla luce e così ho fatto. Non ha mai raggiunto il massimo della carica,ma comunque raggiunge la metà della fascia bianca di quasi massima carica Se illumino il piccolo quadrante va subito in riserva……
    Ho fatto tutto….posso portarlo in assisrdnza?!😡

    Grazie a tutti

  33. Buonasera Mario.
    Lo hai esposto alla luce con la corona di messa in orario completamente estratta?
    Se hai già fatto così e nonostante ciò non raggiunge almeno la terza fascia, allora dovresti far sostituire l’accumulatore.
    La spesa non è eccessiva.
    Facci sapere e ciao.

  34. Grazie per la risposta Enrico, però il mio non ha la corona. Se cerchi nel web la ma descrizione completa: Aqualand promaster eco drive JV000028-E , capirai quale è

  35. salve ho un citizen U010 si scarica di continuo la batteria l’ ho cambiata già 2 volte nel giro di 1 mese.Appena metto in un cassetto l’ orologio per una settimana quando lo riprendo lo trovo scarico.Non credo che questo modello abbia un accumulatore.Potete aiutarmi?

  36. Francesco C

    Michele: l’U010 usa una batteria normale non ricaricabile, se non ricordo male una 399 (SR927W).
    L’unica cosa che mi viene in mente se la batteria si scarica molto velocemente è che la luce resti in funzione a lungo. Verifica quindi che il bottone di destra non sia inceppato e che la luce si accenda e soprattutto si spenga correttamente.
    Dato inoltre che se non erro la luce stessa si accende da sola anche durante il cronometraggio è forse meglio fare un reset completo come indicato sul manuale. Il reset va comunque fatto ogni volta che si cambia la batteria. Si tratta di estrarre la corona, premere i tre pulsanti contemporaneamente e poi spingere dentro la corona. Dopo occorre regolare l’orologio.

  37. Buonasera Enrico
    Sono possessore da 14 anni di un citizen eco drive modello BN0004 (non riesco a decifrare bene il modello essendo il fondello (monoblocco)un po consumato nelle scritte, comunque un classico 3 sfere e datario WR200mt dal quadrante tipo militare.Da alcuni mesi ha cominciato a ritardare di circa 20 minuti in 12 ore per poi continuare a ritardare quasi fosse un meccanico in attesa di una bella revisione.la lancetta dei secondi si muove normalmente (uno scatto al secondo)per cui dovrebbe venir meno un problema di accumulatore. Mi chiedevo davvero incuriosito quale sia il problema. In attesa di una sua cortese risposta le porgo i miei saluti e ringraziamenti.

  38. Buonasera Marco.
    È difficile formulare una diagnosi senza avere l’orologio sotto mano.
    Provo comunque a decifrare gli indizi precisi che mi ha fornito.
    Da escludere con moltissime probabilità i problemi di alimetazione, non tanto per la lancetta dei secondi quanto per la costanza di funzionamento.
    Se la lancetta rispetta l’andamento di uno scatto al secondo, con precisione, significa che il motorino pas a pas è correttamente funzionante.
    Tutto farebbe pensare alla necessità di una revisione meccanica del ruotismo.
    Sono incline a pensare, anche se senza intervenire con le misurazioni non possono essere certo, che non si tratti di un problema di elettronica e quindi di circuito.
    Cordiali saluti.

  39. Grazie Enrico per la risposta.

  40. Buongiorno Enrico e a tutti gli appassionati citizen.
    Faccio nuovamente riferimento al commento del 23 settembre sul problema dell’eco drive 3 sfere di 14 anni di anzianità che ritarda costantemente di circa una ventina di minuti ogni 12 ore.
    Ho provato a lasciare l’orologio al sole e con grande meraviglia l’orologio ha mantenuto la regolarità di marcia sia nelle prime 12 ore che nelle successive (quindi nella notte) e anche il giorno successivo. Quindi a questo punto si potrebbe ipotizzare la causa nell’Accumulatore? Ma allora perché la sfera secondi non segnala il degrado dell’accumulatore? Immagino sia difficile trarre conclusioni senza avere l’orologio e il suo movimento da analizzare ma allora quando l’accumulatore è alla fine della sua vita si comporta in questo modo? Avete riscontri di altri orologi eco con questa problematica? Volevo mettere così a conoscenza della situazione gli appassionati citizen e se Enrico a qualche delucidazione in merito sono in attesa ben volentieri sulle sue info.
    Grazie ancora e saluti.

  41. Buongiorno Marco,
    al contrario, proprio il fatto che esposto l sole l’orologio abbia ben funzionato, a mio giudizio conferma il problema meccanico.
    Probabilmente il ruotiamo richiede troppo assorbimento perché necessità di revisione, e fa “sedere” l’accumulatore, che avrebbe comunque la corretta intensità.
    Ovviamente tutto è ipotetico è subordinato ad un’analisi diretta.
    Per prima cosa misurerei il consumo.

  42. Scusate gli errori ma sto scrivendo col tablet e non riesco a gestire il T9😄

  43. Buonasera ho acquistato proprio ieri un eco drive Leonardo h800 con quadrante bianco davvero molto bello peccato però che mi sono accorto subito che il giorno era spostato in avanti di un giorno …spero che tu abbia capito cosa intendo dire e nonostante abbia letto scrupolosamente le istruzioni ora l’ora legale è disattivato e non riesco più ad rimettere a ON e per lo più l’ora è sbalzato di un bel posto di ore e anche di giorni (n° data) come dovrei fare?

  44. Gabriele F.

    buongiorno a tutti avrei una domanda di cui non ho mai trovato nulla a riguardo sul forum e cioe’: gli eco drive possono soffrire l’eccessiva esposizione a fonti di luce? io saltuariamente piazzo il mio Crono Pilot sotto una lampada a led da 60w equivalenti circa, da 6500K che mi fornice indicativamente 10000 lux. Se me lo dimenticassi per qualche giorno o se facessi tanti bagni di luce giornalieri richierei di danneggiare alcune parti dell’orologio?

    Grazie a tutti!

  45. Marco Zambaldi

    Buongiorno, il mio Citizen E860 Of Action dopo 12 13 anni di duro lavoro.. praticamente ne ha viste di tutte ha deciso di non segnarmi più l’ora, è successo tutto dopo la regolazione all’ora legale, la lancetta dei secondi gira regolarmente ma non avanzano ne ore ne minuti, e ho difficoltà a far girare il selettore AL1 AL2 CRO TME, gira il perno ma a volte non gira la lancetta che indica lo stato, ho provato a fare il reset totale e il riallineamento delle lancette ma niente quelle dell’ora e minuti non girano.
    Converrà ripararlo? qui in trentino non esistono centri assistenza..
    Cordiali Saluti

  46. Giuseppe

    Buongiorno a tutti e al signor Cannoletta. ieri il mio eco drive gmt world time water resist 200metri con cassa monoblocco (Sarebbe l’orologio con la lunetta girevole con sopra incise le città del mondo) ha avuto un problema cioè la lancetta dei secondi camminava ma l’ora era rimasta indietro.L’ho messo al buio x due giorni dopo averlo fatto ricaricare un po e adesso l’ho rimesso al sole.È da precisare che l’accumulatore è stato sostituito due anni fa e quando è al polso segna il giusto orario.Grazie a tutti.Chi ha esperienza in merito e può darmi qualche consiglio lo ringrazio

  47. Sergio Castano

    Ottimo sito. Interessante.
    E’ possibile avere l’indirizzo e recapito di centri autorizzati e qualificati per controlli dei Citizen. Grazie

  48. Francesco C

    L’elenco dei centri autorizzati si può trovare sul sito di Citizen Italia:

    http://www.citizen.it/servizio/centri-assistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *