Per saperne di più: il segnale per il radiocontrollo

Affrontiamo in questo post tecnico la croce e delizia di ogni autentico appassionato di Citizen: il radiocontrollo.

Per analizzare seriamente questa rivoluzionaria funzione orologiera occorre innanzitutto partire dagli aspetti teorici, con la promessa, da parte del sottoscritto di arrivare a illustrare a breve e in occasione di prossime puntate, tutta la parte pratica e di laboratorio.

Il segnale sfruttato per la sincronizzazione degli orologi attualmente in commercio, appartiene alla categoria della frequenza  specificatamente compresa nella LW (Long Waves = Onde Lunghe).

Esistono al mondo diverse stazioni emettenti segnali dedicati a questo scopo.

Quella più nota in Europa si trova a Mainflingen, in Germania, nei pressi di Francoforte, e sebbene ne esistano altre anche nel nostro continente, per ora ci limiteremo a trattare esclusivamente questa.

L’emittente tedesca, chiamata DCF77, irradia un segnale calibrato sui Khz. 77,5 avente una potenza di circa 50 Kw. sufficiente a coprire abbastanza regolarmente un raggio di circa Km. 1.500. Oltre questa superficie le ricezioni diventano saltuarie e dipendenti dalle condizioni atmosferiche o strutturali del luogo.

Esattamente come come avviene per le trasmissioni radio in fonia, e precisamente quelle in onde lunghe o medie, la propagazione è migliore durante le ore notturne per il verificarsi di un fenomeno atmosferico (l’addensamento dello strato di Heaviside nella ionosfera) che determina il “rimbalzo” delle onde e perciò il raggiungimento di una maggior distanza.

Il paragone con le onde che veicolano le trasmissioni radiofoniche, deve essere sempre ben presente nella nostra mente per meglio comprendere l’argomento.

Come per i banali ricevitori a transistor, le cause di mancata ricezione possono essere molte: da un ostacolo fisico, a disturbi vari introdotti da grandi strutture metalliche o elettroniche.

La stazione di Mainflingen si sincronizza sistematicamente con ogni ricevitore, per cui anche con il nostro Citizen radiocontrollato, in due appuntamenti fissati alle ore 3 e 4 del mattino.

È possibile inoltre che ricevitore e trasmettitore dialoghino su richiesta del primo, in ogni momento della giornata si voglia.

Occorre tener presente del fatto che in un orologio, la richiesta attiva di collegamento implica un grande dispendio di energia, per cui abusarne significa compromettere il buon funzionamento del ricevitore, fino al ripristino della carica.

In questi casi, l’abbonamento con le celle solari e in particolare con il sistema Eco-Drive, risulta quanto mai opportuno.

È stato provato statisticamente, infatti, che la maggior parte dei problemi di ricezione sono da attribuire alle scarse condizioni di carica dell’accumulatore.

Buona regola è quindi, prima di preoccuparti per una serie di fallite ricezioni, è quella di provvedere alla ricarica e alla ri-programmazione del proprio orologio, come da istruzioni relative al Pilot Crono Alarm, che si possono leggere al seguente link:

http://blog.gioielleriacannoletta.it/orologi/programmazione-del-pilot-chrono-alarm/

(per gli altri modelli non esitate a contattarmi Citizenmania).

In condizioni ottimali, quindi, il segnale proveniente dalla Germania, e contenente i dati codificati dell’ora esatta, viene captato dalla micro antenna sviluppata sul circuito del nostro Citizen, e successivamente inviato sotto forma di impulsi, ad un circuito decodificatore.

Quest’ultimo separa la parte di segnale utile da quella utilizzata per migliorarne la propagazione, interpretando e il dato essenziale.

A questo punto interviene un “interprete”analogico che istruisce l’azione meccanica di correzione delle lancette, qualora ve ne sia necessità.

Naturalmente nella maggior parte delle circostanze, questa operazione non è rilevabile, in quanto le modifiche all’ora riò sono comprese nell’ordine di qualche decimo di secondo, ma consentono di mantenere costantemente esatto il nostro segnatempo.

Per arrivare a questo risultato vengono utilizzati molti componenti elettronici attivi e passivi, per lo più integrati in mini circuiti.

Per avere un’ idea del grado di tecnologia e miniaturizzazione raggiunto, basti pensare che attualmente in un Citizen radiocontrollato dell’ultima generazione, arriviamo a contare fino a 4 micro-motori con le relative bobine.

Credo che per oggi basti così. riprenderemo presto, se vorrete seguirci, con dimostrazioni pratiche e di laboratorio sull’argomento.

Vedremo inoltre quali sono i sistemi di controllo in dotazione ai Centri Assistenza per la revisione e la riparazione di questi miracoli di tecnologia.

 

 

 


120 Commenti

  1. Il mio pilot ha preso benissimo il segnale sabato, mentre stanotte nonostante il cielo fosse libero non a preso segnale

  2. Sono di una certa età, ho sempre sentito parlare di questo centro e come radioamatore ero incuriosito su le caratteristiche della stazione, potenza, antenne usate. Ma già da questo scritto sono contento. Ringrazio, un cordiale saluto. ilio lottini

  3. Francesco

    Salve a tutti, cosa bisogna fare per togliere il tige su un promaster nighthawk radiocontrollato? Ho visto la scritta push, ma come è quando si deve premere?
    Grazie a tutti

  4. Ciao Francesco.
    Si deve premere delicatamente e contemporaneamente all’estrazione dell’albero e corona.
    Premi con una punta non metallica nella mano sinistra e usa pollice e medio della mano destra per estrarre la corona, mentre con l’indice della stessa mano tieni fermo il movimento.
    Fammi sapere.

  5. nonostante corregga l’ora il mio promaster viene corretto sempre di 4 miniti indietro rispetto all’ora esatta.. che devo fare

  6. Buongiorno Franco,

    il tuo orologio necessità di un allineamento delle lancette, che potrai fare autonomamente leggendo le istruzioni che troverai al seguente link:
    http://www.gioielleriacannoletta.it/faq/
    Scegli quelle adatte al modello del tuo orologio.

    Facci sapere.

    Salutoni

  7. Giampaolo

    Il mio orologio si collega ma no ha acquisito l’ingresso nell’ora legale e l’uscita d’allora legale. Come funziona qst aspetto ?

  8. Buongiorno Giampaolo,
    a seconda del modello di orologio che possiedi devi impostare la funzione automatica di ora legale.
    Infatti nel caso in cui il tuo medello ne sia provvisto, puoi scegliere se inserire l’ora legale manualmente o lasciar fare all’orologio.
    Puoi verificare sul tuo manuale di istruzioni o farti aiutare telefonicamente al numero 0184.570063 in orario ufficio dal martedì al sabato dal capo-tecnico di Technowatch Carloandrea Dho.
    Cordiali saluti.

  9. cristiano

    Salve.
    Io ho un Citizen eco drive radio controllato e da quando è cambiato l’orario non sono riuscito ad aggiornare all’ora solare quindi l’ho modificato manualmente. Fino a oggi quando mi sono ritrovato dinuovo l’ora legale . cosa posso fare?
    Grazie
    Cristiano

  10. Buonasera Cristiano.
    Probabilmente quando ha regolato l’orario ha semplicemente indicato l’ora corretta, senza preoccuparsi di impostare l’orario di riferimento.

    La procedura corretta è la seguente:
    1) allineamento lancette.
    2) sistemazione della lancetta delle ore a ore “1” (in modo dsa uniformarla al fuso italiano)
    3) sistemazione dell’orario corrente.

    Se il suo orologio invece ha la funzione “ora legale” questa va inserita in posizione “ON”.

    Cordiali saluti.

  11. Lucas M.

    Salve, il mio radiocontrollato l’ho trovato una notte di settembre spostato di un quarto d’ora c.a. Ho fatto la procedura di riallineamento, ho impostato la data manualmente, l’ho esposto alla luce perché si caricasse ed alla fine si è sincronizzato ma con la data in avanti di 2,5 giorni: che devo fare?
    Grazie

  12. Salve!ho appena acquistato un promaster ref as4050-51e,si collega sempre ed é perfetto ma non capendo molto il libretto di uso mi potete aiutare a capire il funzionamento del doppio fuso orario e dell’ora legale?grazie infinite

  13. Francesco C

    Come ho scritto molto più su in questo stesso argomento, il punto 8 del manuale ‘Impostazione dell’ora locale e l’ora legale’ è stato scritto in modo che definire confuso è un complimento.

    Ripeto quindi il mio intervento cercando di ampliarlo.

    In sostanza l’orologio ha un’ora che chiameremo ‘principale’ e che corrisponde alla posizione TME del quadrantino inferiore, ripetuta tre volte in modo che basti sempre uno scatto solo per raggiungerla. Quando si trova in tale modo l’orologio riceve il segnale da Francoforte e si regola da solo compresa l’ora legale.
    Può però capitare di recarsi in un altro paese che ha un’ora diversa e/o che non adotta l’ora legale o non lo fa contemporaneamente. In questo caso se magari l’orologio riceve ancora il segnale lui non può che continuare a segnare l’ora di casa.
    Esiste allora il modo ‘ora locale’ L-TM che in pratica stacca il ricevitore e permette di sfasare la sola lancetta delle ore di un’ora alla volta. Se uno va spesso per esempio in Grecia può impostare l’ora locale a GMT+2 e lasciarla sempre così, all’arrivo basta girare la lancettina su L-TM, l’orologio va avanti di un’ora e ci rimane finchè non si torna a TME. Dato che questo +2 può cambiare d’estate, è prevista una procedura per inserire o disinserire l’ora legale manualmente.
    La parte dell’ora legale è a mio parere un po’ macchinosa ed anche di poca utilità pratica perchè supponendo che uno faccia solo un viaggio e non si trasferisca a vivere nell’altro posto, basta regolare l’ora L-TME di due ore avanti invece che una e il gioco è fatto.

    Spero di essermi spiegato in modo comprensibile.

  14. mirko197631

    Salve buon giorno volevo sapere un informazione: che durata anno gli accumulatori? con quale cadenza bisogna fare le revisioni al pilot radiocontrollato se lo utilizzo in ambiente marino?
    grazie mille saluti

  15. Buongiorno mirko197631 e grazie per aver visitato il nostro blog.
    Gli accumulatori hanno una durata potenziale di circa 20 anni a piena funzionalità.
    Dopo questo periodo perdono circa il 20% della potenza erogatrice.
    Come tutti gli orologi impermeabili, anche i radio-controllati di Citizen hanno necessità di controllo della tenuta ogni due anni, ma è consigliata una revisione annuale delle guarnizioni.
    Cordiali saluti e continua a seguirci.

  16. alberto

    ho un pilot titanio AS2031-57E ha sempre effettuato i cambi ora da legale a solare , in questo ultima variazione non aggiorna l’ora solare , provato a spostare un ora in avanti ma puntualmente si riposiziona con un ora indietro . avete info . grazie

  17. Francesco C

    @alberto: secondo me la spiegazione più semplice è che in seguito ad un urto oppure all’esposizione ad un campo magnetico si sia sfasata la posizione di riferimento. Se questo è il caso basta controllarla ed eventualmente correggerla seguendo la indicazioni del punto 10 del manuale:

    http://www.citizenwatch-global.com/support/pdf/h461/i.pdf

  18. mirko197631

    grazie mille enrico saluti

  19. Michele Arcangelo Mussari

    Ho da poco acquistato un Citizen cronografo AT.8113-12H (uscito il 2015). Il giorno successivo all’acquisto ho fatto verificare la ricezione del segnale orario dal venditore in quanto al controllo e ai tentativi di ricezione manuale la lancetta dei ventesimi di secondo era sempre posizionata su “NO”. Dopo averla fatta aggiornare fuori sede (Napoli) essa si era riposizionata su “OK”, ma il giorno successivo era di nuovo su “NO” e senza che riuscissi e riportarla su “OK”. C’è un metodo per cui possa fare da me tale operazione, altrimenti dovrei portare l’orologio continuamente in quanto diversamente salta la decantata precisione del sistema di radio-controllo Citizen? Grazie (P.S.:la carica è al massimo e non uso il cronografo)

  20. Francesco C

    Per prima cosa bisogna ricordare, come già scritto più volte, che se l’orologio non si collega tutte le notti non è un dramma, perchè resti preciso basta anche una sola volta alla settimana.

    Il problema della mancata ricezione si fà sentire soprattutto nei luoghi che si trovano al limite del raggio d’azione del trasmettitore di Francoforte. In questi posti occorre qualche precauzione in più. Per prima cosa Michele Arcangelo dovresti lasciare durante la notte il tuo orologio davanti ad una finestra che guarda a nord, questo già migliora le condizioni di ricezione. E’ importante che nel locale non vi siano fonti di disturbo come per esempio il router wifi.

    Se dopo un certo numero di notti il segnale non si riesce ancora a ricevere, credo convenga acquistare dal concessionario Citizen un Wave Receiver (circa 20 Euro) che posto di fianco all’orologio ne migliora drasticamente la ricezione. E’ la stessa differenza che si ha in un televisore fra un’antennina posta sopra l’apparecchio ed una sul tetto.

    Del Wave Receiver si è parlato molto qui nel blog, per esempio:

    http://www.citizenmania.it/post-laboratorio/utilita-del-citizen-wave-receiver/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *