Super Pilot (JY8020-52E) vs Evolution 5 (BY0011-50F)

Buongiorno a

tutti,

sono un nuovo membro del blog e sono intentato a comprarmi uno stupendo orologio Citizen.

Vorrei avere il vostro parere poichè sicuramente siete più esperti di me.Io sarei intentato a comprarmi il SUPER PILOT, ma vedendo l’EVOLUTION 5 di mio zio sono molto indeciso.Qualcuno potrebbe darmi dei consigli?Come mai l’EVOLUTION 5 costa leggermente di più rispetto al SUPER PILOT anche se quest’ultimo può, ad esempio, visualizzare l’orario di più città?Quali prestazioni in più ha il SUPER PILOT?…

Molte grazie a chi risponde.


15 Commenti

  1. @andread

    Ho postato cmq la tua domanda perchè mi sembra un argomento interessante per tutti e le risposte che riceverà daranno valore aggiunto ai contenuti tuttavia ricordati per la prossima volta che sarebbe necessaria una immagine allegata.

  2. mirko017

    Ciao Andread,
    non sempre la differenza di prezzo tra un modello e l’altro e’ spiegabile in termini esclusivamente tecnici: spesso entrano in gioco ragioni commerciali che non sempre risultano chiare ai potenziali clienti.
    Detto questo, tieni presente comunque che anche l’Evolution 5 e’ in grado di mostrare l’orario di piu’ citta’ sia pure in numero inferiore al SuperPilot (mi pare siano 26 contro 43).
    Tuttavia le differenze piu’ significative, oltre che a livello estetico sulle quali non mi pronuncio perche’ il discorso e’ molto soggettivo, sono al livello tecnico.
    I due orologi montano calibri molto differenti con diferenti finalita’.
    Ad esempio nell’Evolution 5 e’ possibile utilizzare direttamente il cronometro, mentre nel SuperPilot e’ necessario prima impostare la modalita’ cronometro.
    Se vuoi farti un’idea piu’ approfondita delle caratteristiche dei due modelli puoi leggerti i rispettivi manuali di istruzioni.
    Questo e’ del SuperPilot:
    http://www.citizenwatch-global.com/support/pdf/u680/i.pdf
    E questo e’ dell’Evolution 5:
    http://www.citizenwatch-global.com/support/pdf/h610/i.pdf
    Saluti.

  3. Ciao Andread,
    in questo caso interviene anche una questione di costi.
    Le funzioni svolte esclusivamente con visualizzazione analogica sono nettamente più costose.
    A dirla in breve i display del Super-Pilot fanno risparmiare molti soldini ai costruttori, e quindi al consumatore.
    Salutissimi.

  4. vikingo60

    Vorrei porvi una domanda sul Pilot Radiocontrollato,anche se non propriamente attinente all’argomento.Considerando che l’orologio sta facendo tutto da solo dal Dicembre 2006 e non ho mai più toccato la corona e i pulsanti,le guarnizioni che ne assicurano la tenuta stagna fino a 200 metri di profondità si possono ancora considerare affidabili?Tenendo conto che non sono mai venute a contatto con solventi o altre sostanze,e che essendo (almeno credo)in silicone anzichè in gomma dovrebbero essere virtualmente inalterabili.
    In attesa di gradite risposte,invio a voi tutti cordiali saluti

  5. Francesco C

    @Vikingo ti rispondo in modo sintetico lasciando ad altri più esperti spiegazioni approfondite: per la vita di tutti i giorni (pioggia, spruzzi, lavaggio di mani o auto) non ci dovrebbero essere problemi ma se lo vuoi immergere lo devi fare controllare. Le guarnizioni sono ingrassate e il grasso si asciuga lasciandole meno elastiche e quindi meno pronte a sopportare le dilatazioni termiche (fra sole in spiaggia e acqua ci sono decine di gradi di salto). Per questo motivo un orologio che deve essere immerso è meglio che sia controllato ogni paio d’anni.

  6. damiano

    ciao a tutti io li ho entrambi cioè l’evolution 5 l’ho perso e per rifarmi dell’enorme dispiacere mi sono comprato il super pilot….. allora l’evolution 5 è bellissimo a partire dal cinturino e finire alla grafica inerna del quadrante, xò aveva qualcosa che dopo averlo acquistato mi ha deluso cioè la corana ,la corona del evolutio è molto grande e schiacciata e a lungo andare ti provoca delle abrazioni sul dorso della mano senza considerare il fatto che nel mettere la mano in tasca ti si può incastrare e quindi sganciare

  7. Salve due settimane Orsoni mi è stato regalato da mia moglie per il mio compleanno l’evoluzione 5. A parte che non ho ancora studiato tutte le funzioni, posso dire che grazie al titanio non lo senti nemmeno. Rispetto agli altri della collezione è il più diverso e quindi facilmente riconoscibile. Che siano solo 26 città anziché 43 poco importa poiché i fuso rari sono coperti lo stesso, cosi com’e’ poco importante il doppio allarme, invece manca solo il cronografo al 100 esimo di secondo che lo avrebbe reso benché elegante nel decine, un vero sportivo,

  8. robynho

    Vi aggiorno sull’evoluzion 5, non riesco a capire ( pur avendo letto le istruzione ioni) come attivare la funzione calendario. Grazie a chi vorrà riscontrare la mia richiesta.

  9. mirko017

    Scusa robynho,
    cosa intendi dire con l’espressione “attivare la funzione calendario”…?
    Non mi risulta che nell’Evolution 5 ci sia una specifica funzione calendario.
    Pertanto, o stai parlando di un altro modello oppure dovresti precisare meglio ciò che intendi dire.
    Saluti.

  10. Nel senso che non capisco come attivare la funzione calendario perpetuo. Quella funzione che ti permette di visualizzare attraverso la lancetta rossa dei secondi del crono il mese di riferimento es ore una gennaio, ore due febbraio ecc, nonché l’anno di riferimento rispetto a quello bisestile. Spero di essere stato esaustivo.

  11. mirko017

    Il calendario perpetuo non è una funzione attivabile a piacere, ma è un qualcosa che costituisce parte integrante dell’orologio.
    Probabilmente ciò che vuoi sapere tu è semplicemente come regolare la data.
    Premetto che in un radiocontrollato, se riceve correttamente il segnale, questa operazione non dovrebbe essere necessaria, comunque ciò è descritto nel capitolo “Regolazione manuale dell’ora e della data”.
    In particolare per quanto riguarda i mesi e l’anno bisestile è sufficiente ricordare che le tacche delle ore corrispondono ai mesi di un anno bisestile (ad esempio la tacca delle ore 4 corrisponde al mese di aprile di un anno bisestile come il 2012, 2016, ecc.).
    Quindi se tu vuoi impostare ad esempio il mese di dicembre 2014 devi mettere la lancetta sulla tacca del 12 e poi portarla avanti di due secondi (perché il 2014 è il secondo anno successivo all’ultimo bisestile che era appunto il 2012). Per impostare invece gennaio 2015 dovrai mettere la lancetta sulla tacca delle ore uno e poi avanzarla di tre secondi, perché il 2015 sarà il terzo anno successivo al bisestile.
    Spero di essere stato chiaro.
    Saluti.

  12. Grazie per il tuo riscontro. Ma allora mi chiedo perché viene decantata come una funzione quella del calendario perpetua se poi non si può richiamare per vederla? Misteri della tecnologia.

  13. mirko017

    Secondo me sono le tue aspettative nei confronti di tale funzione ad essere eccessive. Mi spiego.
    Il calendario perpetuo non è una cosa come il cronometro o la sveglia che tu puoi decidere di utilizzare solo quando lo desideri e puoi osservarne anche il comportamento.
    Come ti ho già detto è qualcosa che costituisce parte integrante dell’orologio, lo sarebbe ancor di più se stessimo parlando di un orologio meccanico.
    In pratica, diversamente da ciò che potresti fare ad esempio con la funzione cronometro, non è che in un certo momento tu puoi dire: “OK, adesso richiamo la funzione Calendario Perpetuo e vedo un po’ come va”.
    In compenso però tale funzione è di fatto sempre attiva in modo invisibile ed è quella che consente all’orologio di sapere se un certo mese ha 30 oppure 31 giorni, oppure se febbraio avrà 29 giorni, senza bisogno di impostare queste informazioni ogni volta (come accade dove non c’è il Calendario Perpetuo).
    Saluti.

  14. Mirko 017 ti ringrazio per l’esaustività del tuo commento, certo non rimango deluso assolutamente, io vedo l’orologio nel suo complessivo, e devo dire che alla vista è veramente gradevole, e se lo paragono agli altri della famiglia, mi sembra un po più esclusivo nella cassa con pulsanti rettangolari e telaio circolare senza le famose zigrinature (family feeling per tutti gli altri).
    Data la sua leggerezza lo indosso regolarmente, anche se amo gli automatici che possiedo in discreto numero. Unica critica è la mancanza di un crono al 100° di secondo, ma forse ciò avrebbe potuto togliere clienti al più sportivo super pilot.

  15. Giorgio D.

    Da possessore di un Citizen con cronografo digitale al millesimo di secondo, ti posso assicurare che i tempi di reazione umani nel premere il pulsante start/stop sono almeno dell’ordine dei 90 centesimi di secondo. Quindi è del tutto inutile pensare di cronometrare qualcosa con l’accuratezza di un centesimo di secondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *