Signature Collection: capolavori a noi sconosciuti

Ho deciso di scrivere il mio primo articolo per parlarvi di una particolare collezione Citizen che probabilmente pochi conoscono, dal momento che non e’ distribuita in Italia.

Si tratta della “Signature Collection“, disponibile solo nei paesi anglosassoni (USA, UK, ecc.).

Per chi volesse farsi un’idea di cosa si tratta, ecco il link del sito ufficiale  http://www.citizen-signature.com/

Sono tutti modelli particolarmente raffinati che, a mio parere, non hanno nulla da invidiare ad altri di marchi piu’ blasonati: naturalmente hanno un prezzo mediamente superiore agli altri modelli Citizen che conosciamo (per intenderci, costano sicuramente di piu’ di un Evolution 5), ma credo che sia giustificato.

Purtroppo, oltre al fatto di non essere disponibili in Italia, a complicare le cose si aggiunge la scelta di Citizen di non consentire, neppure ai rivenditori autorizzati, di pubblicare foto e prezzi sui loro siti web: pertanto e’ possibile vedere tutti i modelli della collezione solo sul sito ufficiale che ho indicato sopra, mentre per conoscere i prezzi bisogna rivolgersi direttamente ad uno dei rivenditori autorizzati. Quindi diventa un po’ piu’ laborioso riuscire ad acquistarne uno, anche se ovviamente non e’ impossibile.

In verita’ e’ possibile trovare in internet qualche foto di alcuni modelli ed anche alcuni prezzi, rigorosamente in dollari o sterline, ma non si tratta di rivenditori ufficiali: in genere sono appassionati che ne hanno acquistato uno e postano le foto su qualche sito analogo a questo, oppure venditori on-line non ufficiali che magari hanno solo alcuni modelli della collezione.

Io in effetti ho ceduto alla tentazione e, non senza qualche difficolta’, ho acquistato il BZ0016-50E dal solito rivenditore ufficiale inglese a cui mi ero gia’ rivolto in passato per altri modelli: che dire, l’orologio mi sembra fantastico. Anche la confezione e’ molto piu’ raffinata di quelle solite a cui siamo abituati con gli altri modelli Citizen.

Resta la speranza che in futuro questa collezione venga distribuita anche in Italia, ma temo che restera’ appunto una speranza.

Saluti.


9 Commenti

  1. Francesco C

    Grazie della segnalazione Mirko, in effetti alcuni orologi di questa collezione sono veramente belli e fanno venire l’acquolina in bocca. Indagherò ….

  2. Ciao mirko017,
    come sempre sei molto attento alle novità e molto intelligente nelle proposte.
    La collezione “Signature” pare essere, a mio giudizio, una scelta di mercato dell’area U.S.A/G.B., forte del grande impatto che Citizen inizia ad avere anche presso il pubblico che solitamente apprezza prodotti di fascia di prezzo elevata.
    Tecnicamente non portano molte novità, perchè i moduli sono quelli che vediamo in qualche caso montati su orologi che si affacciano sul nostro mercato.
    Citizen Italia, sempre a mio giudizio, è molto attiva nel cogliere le novità, ma deve anche misurarsi con la realtà del nostro continente, che palesa gusti ed esigenze ben precise.
    Parecchi anni orsono, pionieri nel mondo, Citizen Italia (leader in Europa nella distribuzione Citizen) ha presentato una ricca collezione di orologi multi-funzioni, con calendario perpetuo, e addirittura un “planetario”.
    Ebbene questa collezione, pur apprezzata dai dettaglianti europei, non ha avuto un grande ritorno di pubblico, e i sondaggi non sono positivissimi neppure oggi.
    Non è escluso però (sempre a mio giudizio) che Dante Grossi (il vero Mister Citizen d’Europa) non riservi qualche sorpresa.
    Ciaoooooooooooo.

  3. giovanni mocerino

    Ho visto il gran complication è stupendo davveor belli, però ha un aspetto molto familiare alle grandi case svizzere. Non faccio nomi per ovvi motivi. Credo che i prodotti distribuiti nel mercato europeo siano molto piu orginali come modelli. Ovviamente non è una critica ma un pensiero. un abbraccio Gianni

  4. mirko017

    Ciao Giovanni,
    non credo ci siano problemi a fare nomi, del resto si tratta comunque di pietre miliari dell’orologeria.
    Pertanto diciamo pure che il Grand Complication, cosi’ come altri modelli della Signature Collection, ha un’estetica che fa pensare un po’ ad esempio al Rolex Daytona.
    Ma sono certo che si tratti di un effetto voluto.
    Purtroppo sul mercato italiano difficilmente vedremo questi modelli Citizen, probabilmente anche perche’ qui ci sono molte persone che preferiscono portare al polso una copia di un Rolex, che vale molto meno pero’ da l’impressione di essere l’originale e quindi “fa piu’ scena”, piuttosto che un Citizen autentico.
    Naturalmente le mie sono solo opinioni e ciascuno e’ libero di comprare cio’ che preferisce.
    Saluti.

  5. giovanni mocerino

    Mirko condivido a pieno quanto hai detto, preferisco avere un orologio da 2 soldi che una copia della rolex. Fa più figura un orologio pinkopallino qualsiasi. Sono napoletano e lavoro in stazione e ti posso dire che ne vedo di patacchè, che al mio okkio nn sfuggono.

  6. giovanni mocerino

    Ragazzi volevo chidervi quest’anno vado in vacanza alle canarie, prenderà il segnlae per il cambio dell’ora il mio citizen pilot?

  7. Ciao giovanni,
    teoricamente il segnale dovrebbe arrivare fino alla zona di Barcellona, per cui sembrerebbe esclusa la zona delle Isole Canarie (a proposito ottima scelta e buona permanenza quando ci sarai!).
    In pratica potrebbe verificarsi che qualche “rimbalzo” sullo strato di Heaviside possa giungere anche laggiù (ma non ci sperare troppo).
    Le Isole Canarie vengono invece coperte dall’emissione della stazione inglese con onde a 60Khz.
    Grazie per le tue visite al mio sito http://blog.gioielleriacannoletta.it
    Salutoni e a presto.

  8. giovanni mocerino

    Grazie enrico, cmq precisamente vado a fuerteventura, e non vedo l’ora di lasciare il caos di Napoli!

  9. giovanni mocerino

    Cmq è inevitabile non seguire il sito e il tuo blog, mi appassiona tantissimo siete preparatissimi, se dovessi comparre un orologio davvero non saprei cosa scengliere, prima leggevo il forum sui materiali delle casse, che spazia dall’acciaio al titanio. Che tipo di acciaio usa la citizen per il pilot in acciao?Molti orologi che ho hanno la scritta 316L, da varie ricerche è un acciaio anallergico di ottima qualità se nnmigliore di tutti, però ho anche trovato che la rolex usa il 704 L. Sapete qualcosa in più?grazie a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *