Nuovo crono Pilot e domandina tecnica.

Buongiorno a tutti! Sono un neofita di questo forum e scrivo per la prima volta per sottoporre un piccolo quesito tecnico a voi esperti.

Nel mio nuovo (preso ieri) crono Pilot AS4020-52E, estraendo in posizione 1 la corona, come ben sapete ad ogni scattino di questa in un senso o nell’altro corrisponde una differente modalità di funzionamento. Ho notato che gli scattini della corona, in senso orario o antiorario, sono sempre “doppi”, ad un primo scatto ben percettibile e chiaro ne segue uno più debole, come una specie di assestamento dell’ingranaggio. Vorrei sapere se qualcun altro ha rilevato questo comportamento che peraltro non costituisce un proiblema, il funzionamento è impeccabile, ma mi incuriosisce un po’. Vi ringrazio per l’attenzione e per le opinioni che vorrete darmi, buona giornata a tutti!


15 Commenti

  1. Francesco C

    Ben arrivato sul forum!

    Ho appena verificato su entrambi i miei crono pilot ma nessuno dei due si comporta come dici, lo scatto della corona nel cambio di funzione è singolo e ben definito. Comunque non mi sembra in effetti un problema, ma sarebbe bene che che Enrico il nostro super esperto ce lo confermasse.

  2. Francesco C

    PS: mi è venuto poi in mente che ho altri quattro Citizen (due crono field e due non importati) che adottano lo stesso sistema e li ho provati: tutti hanno lo scatto unico e preciso.

  3. Ciao paoloferrara24 e benvenuto sul blog!
    Intanto complimenti per l’acquisto, bellissimo modello 😀

    Io non ho Citizen che hanno la selezione del menu con il primo scatto della corona come il tuo, ma ho un The Pilot la cui corona agisce a piccoli scatti lo stesso, ed anche io ti faccio presente che lo scatto è singolo e ben definito.

    Mentre aspettiamo il parere del nostro tecnico di fiducia Enrico Cannoletta, ti chiedo: il doppio scatto lo senti solo con la corona in posizione 1 o anche in posizione 0 e 2? E’ un’informazione che potrebbe servire ad Enrico per aiutarti.

    Magari non è niente di grave, ma non vorrei che ci sia qualche ingranaggio che non è esattamente “in sede” e che alla lunga potrebbe portare ad una usura eccessiva e sciupare il meccanismo… è bene fare accertamenti 😉

  4. paoloferrara24

    Ringrazio per i consigli! Per rispondere a Lamapss, con la corona in posizione 0 e 2 gli scattini della medesima sono singoli e ben definiti, lo scatto “doppio” si verifica solo in posizione 1. Ho notato che questo scattino doppio in posizione 1 si verifica anche sull’Evolution5 (BY0011-50F) di un amico, fermo restando che il cambio funzione in entrambi gli orologi è inppuntabile. Ancora grazie e resto in attesa di altri vostri illumintai pareri.
    Paolo

  5. paoloferrara24

    Scusate, in riferimento al mio commento di poco fa ho commesso un errore. Ho attribuito il doppio scattino della corona in posizione 1 ad un Evolution5 di un mio amico, mentre la cosa si verifica su un altro suo orologio, un crono radiocontrollato limited edition AS-4065-54L, nel quale credo che il movimento sia molto simile se non identico a quello del mio Pilot, vogliate scusare!
    Paolo

  6. paoloferrara24

    Saluti a tutti i nuovi amici. Per la cronaca, non ho resistito e mi sono preso anche un crono “The Pilot” BY0081-54E radiocontrollato su 5 zone! La carne è debole… Nell’occasione ho fatto vedere anche l’altro crono al negoziante dove ho preso The Pilot, (non il medesimo dove ho preso il primo crono, sono in viaggio) e secondo lui la corona è è perfettamente in ordine anche con quegli scattini, dice che ha notato questa cosa su una moltitudine di esemplari e nessuno ha avuto problemi. Buona serata a tutti!
    Paolo

  7. Francesco C

    Complimenti per il nuovo acquisto, chi ben incomincia …

    Prima di eccitarti ricorda però che Mirko ha 31 Citizen e io 20 (quasi 21), quindi hai ancora tanta strada da fare.
    Per la cronaca sul forum SCWF (Seiko & Citizen Watch Forum) si incontra gente che di orologi ne ha delle centinaia, ricordo di recente un tizio inglese che raccontava di avere 350 Seiko, noi siamo ancora molto lontani.

  8. paoloferrara24

    Caro Francesco C, non si tratta di eccitazione, ma di condividere il piacere di un paio di acquisti, per di più non pianificati, con altri appassionati molto esperti del marchio. Sarà improbabile che la mia collezione di Citizen si amplii ulteriormente, visto che il mio interesse si orienta per lo più verso l’orologieria meccanica, -rimanendo in argomento Citizen, ho in collezione un Diver’s 1000 mt NH6930-09F amichevolmente chiamato “Autozilla”- con l’eccezione di questi formidabili radiocontrollati. Ho deciso di procurami anche il The Pilot visto che la funzione di differenti fusi orari a me è molto utile nell’utilizzo reale dell’orologio, e lo alternerò con gioia al CB0021-57E Evolution 5 World Timer. Mi piacerebbe imparare a conscere un po’ meglio questi orologi ad altissima tecnologia e per questo mi sono registrato su questo blog, dove i pareri e i consigli degli esperti mi aiuteranno. Grazie come sempre per l’attenzioe e le rapidissime risposte, buona serata a tutti!
    Paolo

  9. Francesco C

    Caro Paolo, anch’io sono un appassionato di orologi meccanici però non ho mai potuto fare a meno di apprezzare le qualità tecniche dei Citizen (il mio primo è del 1978) e così negli anni sono arrivato ad averne 20 (i meccanici sono molti di più).
    Non essere quindi troppo sicuro che la tua collezione non si amplierà ulteriormente, questi Citizen sono realmente pieni di fascino e almeno per quanto mi riguarda riescono a farmi dimenticare che dentro di loro non oscilla un bilancere …

  10. paoloferrara24

    Ciao Francesco, è vero, sono davvero formidabili. E inoltre vantano un rapporto qualità prezzo che gli Swiis-made si sognano, a mio parere, potenza dello Know-how giapponese. Sono stato tante volte per lavoro in Giappone, e ho sempre ammirato il loro modo di lavorare -e non solo. In effetti penso che se un orologio come l’Autozilla fosse prodotto in Europa costerebbe il triplo e nessuno avrebbe nulla da ridire! Io al momento ho circa una quarantina di orologi meccanici, alcuni di alta gamma, e mi sono avvicinato solo ora al modno dei radiocontrollati. Approfitto per chiedere un parere su un Citizen che magari in futuro potrei considerare: il Diver radiocontrollato BY2000-55E. MI piace molto, ma mi raffredda un po’ il fatto che -come ho letto da qualche parte in questo blog- vista la struttura della cassa ha una ricezione del segnale un po’ più difficoltosa. Mi confermi questa impressione o è una differenza infinitesimale e irrilevante nell’utilizzo comune? Grazie e buona Domenica!
    Paolo

  11. Francesco C

    Lo spessore ed il materiale della cassa giocano per forza di cose un ruolo importante nella ricezione, considerando che l’antenna è all’interno. A riprova di questo i miei numerosi Casio G-Shock con cassa in resina non mancano mai di ricevere il segnale, mentre Citizen e Seiko saltano varie notti. Purtroppo non c’è nulla da fare se non lasciare gli orologi abbastanza vicino ad una finestra rivolta a N-NE oppure accettare (non è difficile …) che l’orologio si regoli soltanto una notte ogni tanto e non quotidianamente.

    Per quanto mi riguarda gli orologi meccanici rappresentano la tradizione e gli elettronici la tecnologia: da me le due filosofie convivono bene.

  12. Ciao paoloferrara24,
    io ho il Diver radiocontrollato nella versione con quadrante marrone (BY2000-55W). Effettivamente tra tutti i miei radiocontrollati e’ quello che fa piu’ fatica a ricevere il segnale.
    Personalmente ho risolto il problema mettendogli sempre accanto un wave-receiver: da allora riceve sempre al massimo livello.
    Onestamente pero’ non posso assicurarti che questa maggior difficolta’ di ricezione dipenda solo dalla struttura della cassa. Ci sono infatti casi in cui, a parita’ di orologio, succede che un esemplare riceva meglio di un altro. Insomma potrebbe trattarsi anche di una diversa sensibilita’ dovuta alle normali tolleranze di fabbricazione.
    Saluti.

  13. paoloferrara24

    Grazie Mirko017, ho letto di questo Wave Receiver, praticamente è una sorta di amplificatore di segnale, giusto? Va collegato alla rete? Cercherò un concessionario un po’ grosso della rete Citizen a Torino per vedere se ne trovo uno. Puoi dirmi più o meno quanto costa?
    Grazie, buona Domenica!
    Paolo

  14. Il wave-receiver non deve essere collegato alla rete.
    In pratica e’ una semplice barretta nera lunga circa 8 cm che devi semplicemente posizionare vicino all’orologio.
    Un tempo veniva distribuita gratuitamente su richiesta, adesso mi pare che sia a pagamento ad un prezzo di circa 20 Euro (pero’ non sono sicuro del prezzo esatto).
    Saluti.

  15. paoloferrara24

    Ok, grazie Mirko017!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *