Nuovo Citizen pilot Evolution 5 – 2 parte –

E’ arrivato il momento di separarmi dal nuovo Evolution5, o, per me più semplicemente Superpilot: Fabio mi ha richiamato all’ordine, la “prova su strada” è terminata, è il momento del consuntivo.
Come dicevo nel precedente post, la prima cosa che ho apprezzato è stata la facilità d’uso delle varie funzioni. Nonostante l’aspetto del quadrante molto pieno di indici, settori, contatori etc, di fatto si ha il pieno controllo di tutte le funzioni più importanti tramite due operazioni molto semplici, attuabili con il pulsante a ore 4 e con la corona.

Superpilot_02
Rispetto ai Pilot della serie precedente, rimane da esplorare il settore posto sul quadrante tra ore 7 e ore 9, che incontro per la prima volta. Con grande diligenza vado a leggere il libretto di istruzione (che riserva sempra occasione di qualche risata per traduzioni un pò “maccheroniche”- ma, cara Citizen, ci vuole così tanto a scrivere un libretto in italiano?) alla sezione apposita e scopro che è prevista la possibilità di gestire l’impostazione dell’ora legale sia in automatico che in manuale.

La funzione cronografia e l’allarme completano le possibilità di questo orologio, ma non nascondo che mi interessano poco in quanto normalmente non le uso.

Veniamo invece al punto lasciato in sospeso nel primo post, le impressioni. Bene, all’inizio, alla prima occhiata non mi aveva impressionato. Anzi, forse a causa dell’elevata aspettativa ero rimasto un pò deluso. Io possiedo il Pilot Radicontrollato prima serie (il solotempo) che è stato la mia pietra di paragone. La prima impressione premia il Pilot precedente, perchè più d’impatto. Il Superpilot ha bisogno di una visione più accurata, quasi una contemplazione, poi dopo due minuti che me lo rigiravo tra le mani, beh il paragone con la prima serie è stato completamete ribaltato a favore dell’ultimo nato: la finitura del titanio sul l’Evolution5 è incredibile, esaltata da parti lucidate a specchio che si alternano con la parti satinate. La lunetta ad esempio, lucida dissimula l’importante dimensione della cassa (45 mm contro i 44 della versione precedente, che però -essendo in titanio tutto satinato- appare più massiccio e pesante). Le corone, sia a ore 3 che a ore 8 hanno un disegno molto curato, estrememante pulito, elegante ma di grande sportività.

Superpilot_071

In particolare la corona principale a ore 3 mi fa impazzire, con il logo Promaster su fondo nero. Trovo invece un pò eccessivo il diametro della corona stessa. La pulsanteria è poi un’altro piccolo capolavoro con pulsanti rettangolari e scanalatura longitudinale.  Insomma il Superpilot è roba a se, mentre il primo Pilot esprime sportività tramite l’essenzialità semplice e immediata del suo disegno, Evolution5  riserva puri godimenti  alla vista di quella serie di particolari e finiture  che i disegnatori Citizen gli hanno riservato.

Infine, tanta bellezza ha però un costo, infatti il livello di prezzo è superiore alle serie precedenti.

Qui, la prima parte del post dedicato al Citizen Pilot Evolution 5.

Superpilot_081


59 Commenti

  1. mirko017

    Ciao Fabrizio,
    per quello che puo’ valere ti dico che anche a me e’ capitato qualcosa di simile con un orologio che ho acquistato in Inghilterra.
    Si tratta di un modello non importato in Italia, ma del tutto analogo allo Skyhawk per quanto riguarda il funzionamento, dato che utilizza lo stesso calibro U600.
    Ebbene, quando l’orologio mi e’ arrivato l’indicatore di carica era piazzato sulla terza tacca (su quattro disponibili). L’orologio comunque funzionava regolarmente.
    Ho provato ad esporlo qualche ora al sole e poi alla lampada, ma l’indicatore di carica rimaneva sempre sulla terza tacca.
    Alla fine ci sono volute piu’ di dieci ore di luce solare diretta e alcune decine di ore di lampada affinche’ l’indicatore di carica si posizionasse sulla quarta tacca, ossia al livello massimo.
    Con questo voglio dire che e’ relativamente facile mantenere il livello massimo di carica dopo che tale livello e’ stato raggiunto (basta una periodica esposizione alla luce), ma se l’orologio si e’ scaricato e’ un po’ piu’ impegnativo riportarlo al livello massimo.
    Comunque basta solo un po’ di pazienza. Vedrai che dopo un adeguato numero di ore di carica l’indicatore arrivera’ al livello massimo.
    Saluti.

  2. Fabrizio

    La ricezione manuale e automatica funziona alla grande.
    Quello che continua a non funzionare e’ l’allarme.
    Arrivato all’ora settata non suona !

  3. mirko017

    A che livello e’ la carica adesso?

  4. Fabrizio

    1 tacca e mezzo

  5. mirko017

    Temo che sia ancora troppo bassa.
    Armati di pazienza e tieni in carica l’orologio, almeno finche’ arriva alla terza tacca, e poi riprova l’allarme.

  6. Ciao Fabrizio.
    Se l’orologio, dopo tutte quelle ore di carica, indipendentemente dalla posizione dell’indicatore di riserva, continua a non suonare, effettua queste operazioni:
    1) Estrai la corona completamente (secondo scatto)
    2) Lascia che le lancette si spostino nella posizione di allarme selezionata (di default sono le 24 da leggere sul quadrantino posto in corrispondenza di ore 2).
    3) Premi il tasto posto in corrispondenza di ore 4 per portare la lancetta dei secondi in posizione ON (scala ALM che si trova sul quadrante tra le ore 1.30 e 2.30).
    All’ora programmata l’orologio DEVE suonare.
    Se non suonasse mettiti in contatto con me attraverso Citizenmania e proveremo a trovare rimedio.
    Salutissimi.

  7. Fabrizio

    Ciao Enrico,
    continua a non funzionare.
    Ho appena riprovato.
    Ieri dopo una esposizione ad un pallido sole la lancetta della carica era passata alla meta’ della terza tacca (su 4 tacche).
    Oggi e’ ritornata a meta’ della seconda tacca (il sole non c’e’) e le lampadine di casa continuano ad illuminare il gioiellino.
    Che fare ?
    Come Ti contatto ? Non so se riesci a visualizzare la mia mail nell’indirizzo e-mail che indico nel form in alto.

  8. Ciao Fabrizio,
    non ti preoccupare.
    Per contattarmi puoi cliccare sul mio nome in alto a destra di questa mia risposta.
    Sarai condotto sul mio sito (che è in attesa di corposo e efficace vernissage) sul quale troverai l’indirizzo e-mail per un primo contatto.
    Risolveremo tutto, stai tranquillo.
    Salutissimi e lieto di esserti utile.

  9. Fabrizio

    Purtroppo continua a non funzionare.
    Ho seguito i preziosi consigli del sempre disponibile e cortese Enrico.
    Ora la carica e’ a 3 tacche e mezzo (dovrebbe essere il massimo).
    Ho eseguito a carica piena il reset (pulsanti A e B) e non ho sentito il tono di conferma come invece indicato dal manuale, tesualmente.
    L’orologio emette un tono di conferma e quindi si resetta.

    Ho riallineato le lancette, eseguito l’aggiornamento dell’ora, ho reinserito l’allarme.
    Non va.
    Dopo tutti questi settaggi l’orologio e’ a 2 tacche e mezzo, scendendo quindi di una tacca.
    Altre idee / suggerimenti ?

  10. Ciao Fabrizio.
    Mi pare proprio che l’orologio abbia necessità di un passaggio in assistenza.
    Scrivimi pure all’indirizzo e-mail personale per indicarmi la tua zona in modo che possa suggerirti l’assistenza Citizen più vicina a te.
    A presto.
    Salutissimi.

  11. startgiovanni

    Salve a tutti.
    Possiedo anche io questo fantastico orologio che preferisco ad altri della mia modesta collezione.
    Una cosa però non mi è chiara…
    La funzione dell’ora legale e solare (SMT STD)automatico o manuale, a che cosa serve quando l’orologio si aggiorna automaticamente?
    Non è che percaso una di queste funzioni fa si che l’orologio cambi autonomamente l’ora anche senza aggiornarsi?
    Perfavore delucidatemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *