Immersioni a Minorca

Nonostante il tempo e le condizioni del mare non siano le migliori il team Pdd della rivista SUB continua le ricerche nel mare di Minorca. Obiettivo: un relitto antico affondato a circa 70 metri di profondità. L’equipe ha già effettuato una decina di tuffi, ma la pessima visibilità e le forti correnti hanno ostacolato il lavoro.
al-lavoro
Un test comunque valido per gli uomini e le attrezzature, come l’orologio Aqualand della Citizen, il quale, in una situazione di penombra, dove a due metri di distanza i sommozzatori faticavano a riconoscersi, ha dimostrato di avere una grafica semplice e pulita, con i colori e un trattamento del quadrante tali da permetterne ugualmente l’immediata lettura.


meno-35-mt_10-min
Va poi ribadito, come già spiegato nei precedenti articoli, l’assoluta precisione del profondimetro anche a quote importanti, come quelle raggiunte in questi giorni. Confrontato con quello di un computer professionale, si sono riscontrate a 70 metri discrepanze minime, entro 1 metro: un risultato di tutto rispetto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *