EVO5: piccola imperfezione?

Buongiorno a tutti.

Da qualche tempo seguo le interessanti discussioni presenti in questo spazio ed ora intervengo sperando(nel riportare la mia personale esperienza) di dare utili indicazioni a chi,come me, consulta questo canale informativo.

Da un mese sono possessore di un Citizen EVO5, le cui caratteristiche sono oramai note a tutti gli appassionati.All'inizio avavo indirizzato la mia scelta sul Pilot radiocontrollato in titanio (senza il crono). Questa scelta di materiale era dovuta al fatto  che indosso sempre l'orologio, sia durante le attività quotidiane, che  quando dormo, ed essendo particolarmente attratto dalla forma e consistenza “massiccia” dei modelli Citizen, avevo optato per la leggerezza del titanio. Arrivato dal concessionario (a Como), un po' motivato dal fatto che il modello da me richiesto non era in casa, un po' perchè il negoziante ha svolto bene il suo compito di “imbonitore” e mi ha effettivamente fatto notare quanto fosse bello, particolare ed interessante l'EVO5 che aveva a disposizione, ho dirottato la mia scelta finale su questo modello che, messo al polso in quel preciso istante, non mi sono più tolto.

Finora non posso che essere soddisfatto del perfetto funzionamento dell'orologio: si sincronizza perfettamente in modo automatico, riceve il segnale sempre senza problemi, ha una precisione sbalorditiva, è di una bellezza impareggiabile, etc…etc…etc…insomma…mi piace….MA….Ma c'è un piccolo inconveniente che, da una “macchina” così perfetta ed esclusiva, non ti aspetti e che un po' fà calare l'entusiasmo. Si tratta, a mio avviso, di una svista di progettazione, in cui la ricerca del design ha sacrificato la funzionalità. Ovvero: la corona delle regolazioni posta ad “ore 3” è a pressione e non ad avvitamento. In più, per questioni ergonomiche, è abbastanza grande. Non avendo alcun tipo di fissaggio, buona parte delle volte in cui si estraggono le mani dalle tasche, o ci  si toglie una maglia, la corona viene accidentalmente estratta almeno al primo scatto e le lancette (tutte) dell'orologio cominciano a girare vorticosamente preparandosi alle regolazioni che, nella peggiore delle ipotesi, potrebbero avvenire, in quanto i movimenti successivi del polso potrebbero facilmente causarle. Se in modo fortuito ci si accorge dell'avvenimento in tempi brevi e prima che il meccanismo perda le regolazioni, non sussiste problema:basta reinserire la corona in posizione base, ma se ciò capita dopo un po',e quindi i movimenti del polso hanno provocato la rotazione della coroncina,  occorre perdere tempo a ritarare tutto quanto ( e viso che le funzioni sono molte, occorre avere tanta pazienza).

Questo è quanto: diciamo che se all'inizio, all'atto della scelta, avessi saputo di questa “caratteristica” che in un orologio da 750 Euro, diventa quantomeno fastidiosa, forse avrei optato per un modello differente…..o forse, ammaliato dall'effettiva bellezza e funzionalità dell'EVO5, e dalla consapevolezza della cosa, non mi sarei lasciato scomporre più tanto dalla “sorpresa”: almeno, però, ne sari stato conscio.

L'intento di questo mio lungo (lo sò: sono prolisso!) intervento è portare a conoscenza di questo fatto, che ritengo importante, chi sta valutando l'idea di acquistare questo modello, che comunque rimane un favoloso orologio e magari informare la casa madre che mossa da intraprendenza e spirito di comprensione verso chi dà a loro fiducia, potrebbe valutare l'idea di porre rimedio alla cosa.

Grazie per lo spazio concessomi e buon lavoro a tutti


29 Commenti

  1. Ciao dasca.
    Grazie per la tua precisazione molto puntuale.
    Sono certo che Citizen Italia trasmetterà in sede le tue osservazioni.
    Posso dirti che il fatto di non utilizzare la corona a vite sia stata probabilmente una scelta voluta per rendere la funzione del cambiamento del fuso immediatamente accessibile.
    Sicuramente c’è modo di limitare gli inconvenienti, anche riducendo leggermente le dimensioni della corona, oppure inserendo una guarnizione o-ring leggermente più larga, o addirittura, come tu auspichi, prevedere una corona a vite.
    Quest’ultimo accorgimento non migliorerebbe l’impermeabilità (anche se molti pensano il contrario), ma risolverebbe drasticamente i problemi da te rilevati.
    Salutoni.

  2. maurizio petrone

    Salve, anche io felice possessore del “EVO5″, ho notato questa piccola imperfezione, e purtroppo ho anche piegato leggermente l’albero della corona… estraendolo appunto dalla tasca del pantalone…

  3. …ahia: questa cosa non è bella.
    Nel mio scervellarmi su come porre fine all’inconveniente, sono giunto ad una semplice, quanto efficace soluzione: indossare l’orologio sul polso destro. Il problema non si verifica più. Basta farci l’abitudine, il che non è immediato, dopo 40 anni di utilizzo sul polso sinistro!
    Grazie e buon lavoro a tutti.

  4. Mirco Massa

    Buongiorno a tutti,
    anch’io sono possessore di un EVO5 da pochissimi giorni.
    Per il momento non mi e’ ancora capitato di estrarre involontariamente la corona, anche perche’ adesso che sono a conoscenza del problema ci sto molto attento (grazie a “dasca” per la sua segnalazione).
    Caso mai gli unici rilievi che posso fare sono solo di carattere personale.
    Ad esempio, diversamente dagli altri modelli radiocontrollati di Citizen, la tipica lancetta dei secondi (che in questo caso e’ rossa) in realta’ indica i secondi solo se si utilizza il cronometro (a proposito e’ molto scenografico il fatto che in tal caso si muova in modo quasi continuo come in un orologio meccanico), mentre normalmente i secondi sono indicati nel piccolo quadrante a ore 6.
    Se da un lato cio’ rende probabilmente piu’ semplice da utilizzare il cronometro (che pero’ forse si usa raramente), dall’altro lato complica un po’ la lettura dei secondi, almeno per chi, come me, comincia ad aver bisogno degli occhiali per leggere…!
    Un’altra piccola cosa che mi disturba e’ la regolazione del bracciale. Mi trovo nella classica situazione in cui, se faccio togliere una maglia, diventa un po’ stretto, ma se la lascio lo sento troppo largo. Purtroppo in questo modello non sono piu’ presenti sulla fibbia del bracciale i fori di regolazione fine che erano presenti ad esempio nel Pilot o nel Crono Pilot e che consentivano di risolvere gran parte di questi piccoli problemi di regolazione.
    Comunque nel complesso e’ un grande orologio, anche se forse il prezzo di listino e’ un po’ eccessivo: ma per fortuna esistono vari concessionari che praticano sconti su tale prezzo.
    Saluti.

  5. Grazie Mirco per il tuo intervento che vivacizza questa discussione. Concordo sul fatto della chiusura “poco tollerante”: in effetti anche a me avrebbe fatto comodo uno di quei tipici “buchetti” posti sulla fibbia. Ma per quanto mi riguarda è un dettaglio poco influente. Spero comunque sempre, che queste nostre considerazioni, possano essere prese come spunto dalla casa madre per apportare piccole e semplici modifiche alle quali non sono arrivati autonomamente: magari potremmo ricevere pure un certificato “ad honorem” di riconoscimento quali “collaudatori”….purtroppo….post-vendita!;-)
    Vero il discorso della lancetta rossa dei secondi che funziona con il cronografo: forse anch’io avrei preferito che la parte cronografica fosse quella dei quadrantini interni e quella dei secondi che funziona in modo continuo, fosse quella grossa rossa. tra l’altro non sei l’unico in rete che ha espresso questo parere. La tua considerazione mi ha fatto venire in mente poi, che all’inizio, per comprendere tutto quello che è scritto sul quadrante, così denso di notizie e informazioni, ho dovuto usare la lente di ingrandimento:però su questo non posso far altro che condividere la scelta, infatti, a causa di tutte le funzionalità di questo bell’orologio, l’utilizzo di caratteri più grandi avrebbe necessitato di un quadrante tipo padellone da cucina di ristorante!
    Grazie ancora e buon lavoro.

  6. p.s.
    comunque, caro Mirco, vedrai che con questo orologio al polso ti troverai benissimo: bello, funzionale e preciso.
    Se poi segui il mio consiglio, portalo a destra: non dovrai più prestare attenzione a nulla(per il discorso corona).

  7. Mirco Massa

    Grazie dasca per la duplice risposta.
    Mi fa piacere constatare di non essere l’unico a rilevare certe cose. Anch’io concordo sul fatto che per usare caratteri piu’ grandi sarebbe stato necessario un quadrante enorme. In effetti non si tratta di un problema dell’orologio: fino a qualche anno fa non avrei avuto nessuna difficolta’ a leggere tutto.
    Infine, non posso purtroppo adottare il tuo consiglio, ossia portare l’orologio a destra, perche’ lavoro tutto il giorno al computer e avere l’orologio a destra mi disturba nell’utilizzo del mouse. Comunque non e’ un problema: cerchero’ di stare attento.
    Saluti.

  8. epmpozzi

    Buonasera a tutti.
    La mia personale esperienza sulla serie promaster è positiva, ed ho voluto diventar possessore dell’evolution 5 a “coronamento” della mia collezione, ma la soluzione adottata per la corona posta ad ore 3 sull’evolution 5 è assolutamente non ergonomica con l’orologio in quanto la malpensata corona è MOLTO invasiva e oltre ad aprirsi inavvertitamente, grazie alle sue sfaccettature, provoca grosse lacerazioni alla pelle della mano rendendolo insopportabile, si potrebbe probabilmente ovviare se il bracciale consentisse una regolazione più mirata (se tolgo una maglia è troppo stretto, se la lascio è troppo largo…) o sostituire, tornire o quant’altro quella bella ma maledetta corona…
    Qualcuno sà se possibile intervenire su uno dei due aspetti?
    Ringrazio.

  9. Ciao epmpozzi,
    non dovrebbero esserci eccessivi problemi a sostituire la corona con una più piccola, ma probabilmente a scapito dell’estetica.
    A quanto ho potuto verificare statisticamente, il tuo è un caso limite nel quale la misura del bracciale non si riesce a regolare perfettamente, determinando il problema che hai lamentato.
    Un po’ come quanto accade a Pigui: se spostare una maglia per sbilanciare la chiusura non è servito, significa che il problema risiede nella regolazione del bracciale.
    Salutoni.

  10. mirko017

    Ciao epmpozzi,
    per quanto riguarda la regolazione del bracciale dell’Evolution 5, prova a leggere questo mio commento
    http://www.citizenmania.it/articoli/chiusura-di-sicurezza-del-cinturino-del-modello-evo5/comment-page-1/#comment-1079
    nel quale descrivo come l’ho regolato io.
    Non garantisco che vada bene anche a te, ma tentar non nuoce.
    Saluti.

  11. mirko017

    Scusa epmpozzi, ho dimenticato di parlare della corona.
    Tu dici addirittura che “…provoca grosse lacerazioni alla pelle della mano…”.
    Incuriosito e un po’ preoccupato da questa frase ho voluto provare a sfregare con forza la corona dell’Evolution 5 sul dorso della mia mano e ti assicuro che non c’e’ stata nessuna lacerazione, neanche minima.
    Oltretutto durante queste manovre ho notato che la corona ruota su se stessa, e cio’ riduce ulteriormente il rischio che possa far male.
    Non e’ per caso che la tua corona sia leggermente scheggiata, magari a seguito di un piccolo urto, e che quindi abbia qualche spigolo vivo in grado di ferirti?
    Saluti.

  12. Gent.mo Enrico, sono incuriosito da una tua affermazione:se non ho capito male da un tuo precedente intevento, è possibile sostituire la corona dell’EVO5 con un’altra di misura inferiore? Puoi, giusto per avere un’idea in merito, eventualmente fare riferimento ad un modello Citizen da cui è possibile “estrapolare” la differente corona, per poterla immaginare sull’EVO? Nel caso fosse fattibile tale operazione, comporterebbe dei rischi a livello di impermeabilità o comunque integrità dell’orologio stesso?
    Ti ringrazio anticipatamente per i chiarimenti.
    Buon lavoro

  13. Ciao dasca,
    naturalmente la sostituzione prevederebbe anche l’eventuale utilizzo di una corona non originale.
    Tecnicamente (tralasciando quindi, come già detto, l’aspetto estetico) la sostituzione della corona è fattibile quando corrispondono le misure di passo della vite dell’albero e del passo della vite del canotto.
    E’ quest’ultimo parametro, che conseguentemente include la compatibilità della relativa guarnizione, quello che garantisce l’impermeabilità.
    Non sono quindi in grado di dirti esattamente quale tipo di corona utilizzare in quanto è una prova che va fatta “sul campo”.
    Ciaooooooooo

  14. Grazie Enrico: il tuo puntuale e competente parere, come sempre, mi ha comunque chiarito le idee.
    A presto e buon lavoro.

  15. epmpozzi

    Ciao mirko017,
    grazie per i consigli, proverò a giocare con il bacciale aggiungendo e togliendo elementi.
    Per quanto riguarda le lacerazioni che provoca sul dorso della mano, posso dirti che l’orologio non ha mai preso nessun tipo di colpo e la corona è nel suo stato originale.
    Però le tue osservazioni mi hanno fatto osservare meglio la corona ed in effetti (dal fondo della cassa verso l’esterno) gli spigoli sono ben levigati e smussati e buona la mobilità in rotazione: non credo siano la causa del problema, ma contrariamente alla parte interna la corona esternamente non ha lo stesso angolo di smusso e credo proprio sia questo a provocarmi il problema…
    Sono tutti così o solo il mio?
    Grazie ancora per i preziosi consigli di tutti!
    Salutissimi a tutti.

  16. Ciao epmpozzi,
    continuo ad essere dell’idea che “giocando aggiungendo o togliendo elementi” troverai la soluzione al tuo problema: non sono convinto dipenda dall’angolo della corona.
    Salutoni.

  17. mirko017

    Buongiorno a tutti,
    effettivamente facendo vari tentativi e’ possibile trovare una migliore regolazione.
    Tuttavia e’ anche vero che ci sono dei limiti oltre ai quali non si puo’ andare.
    Mi spiego.
    In genere una singola maglia del bracciale e’ lunga circa 9 mm. In alcuni modelli, come appunto l’Evolution 5, ci sono un paio di maglie piu’ corte delle altre che misurano circa 6 mm.
    Da cio’ risulta evidente che se l’aggiustamento richiesto per ottenere la regolazione ottimale e’ ad esempio di soli 4 mm sara’ comunque impossibile ottenerlo.
    Potrebbero essere d’aiuto i fori di regolazione fine che in molti modelli sono presenti sulla chiusura, ma non e’ il caso dell’Evolution 5 purtroppo.
    C’e’ poi un altro fattore da tenere in considerazione.
    Ho notato, almeno per quanto mi riguarda, che al mattino gli orologi sembrano sempre piu’ “larghi” rispetto alla sera, probabilmente perche’ alla sera il polso risulta leggermente piu’ “gonfio”. Anche la temperatura dell’ambiente sembra avere la sua importanza.
    Pertanto si pone anche il problema di trovare una regolazione che vada bene per “tutto il giorno”.
    Buon divertimento.
    Saluti.

  18. epmpozzi

    Buongiorno a tutti,
    visto che le maglie del bracciale sono di 6mm e 9mm,
    credo di poter risolvere i problemi di regolazione combinando 2 maglie corte in sostituzione di una lunga da 9mm se solo si potesse recuperare una maglia corta (6mm) in più ( visto che in dotazione purtroppo ve ne sono solo 2 e 1 l’ho già utilizzata) ….????…..!!!!!
    C’e’ la possibilità di acquistarne una?
    Grazie a tutti!

  19. mirko017

    Ciao epmpozzi,
    non so se le singole maglie siano acquistabili separatamente.
    Ti faccio notare pero’ che 3 maglie corte da 6 mm equivalgono complessivamente a 2 lunghe da 9 mm.
    Saluti.

  20. epmpozzi

    Ciao mirko017,
    al fatto che 3×6=18 e 2×9=18 ero arrivato…
    Ma il fatto è che 3 maglie da 6 hanno maggior mobilità ed “ingombro” maggiore guadagnando, seppur pochi, millimetri complessivamente nel bracciale.
    Saluti.

  21. mirko017

    Ciao epmpozzi,
    quello che volevo dire era che poiche’ 3×6 = 2×9 alla fine la differenza e’ minima.
    E’ vero che il bracciale risultera’ piu’ “snodato”, ma la differenza complessiva sara’ di pochi decimi (e non di pochi millimetri) ossia esattamente lo spazio che separa una maglia dall’altra.
    Saluti.

  22. epmpozzi

    Ciao mirko017,
    Ok, scusa qualche decimo e più “snodato”, sempre meglio della situazione attuale che se largo fà danni e se lo stringo è troppo giusto.
    Io lo utilizzerei anche con la 2’maglia da 6mm in dotazione, mi andrebbe bene, ma non posso accettare che la corona poi logori la mano.
    Le regolazioni “fini” sul sistema di chiusura non ci sono (tu stesso nel post di marzo 1st, 2011 at 10:55 lo hai fatto notare), durante il giorno ci sono sicuramente variazioni delle dimensioni del polso.
    E’ inaccettabile poi che per porre rimedio vada portato sull’altro polso…
    Non voglio discutere delle tue copetenze tecniche o sviluppare questioni e disquisizioni impopolari, anzi proprio dalle utili osservazioni tue e di tutti si traggono le risoluzioni ai problemi.
    Visto che:
    -Cambiare o modificare la corona è un disastro.
    -Sostituire la chiusura non si può.
    La soluzione più semplice era quella di combinare tra loro le maglie e quindi ho semplicemente chiesto se possibile comprarle.
    Saluti.

  23. Giuliano

    Ciao Ragazzi, dopo un mese di utilizzo sono qui a testimoniare che quello scritto da Epmpozzi e da Dasca è tutto vero e se avessi letto con attenzione e dato il giusto peso alla cosa, sicuramente non l’avrei comprato il mio bel Evo5. Che sia bello è un fatto, ma sempre un fatto è la lacerazione del polso per le dimensioni ed il bordo esterno spigoloso della corona, l’estrazione involontaria della corona con consequenziale regolazione di fusi orari diversi o suonerie notturne. La soluzione indicata da Dasca di spostare l’orologio al polso destro non è fattibile sempre; nel mio caso, che lavoro 10 ore/giorno col mouse, strusciare continuamente il cinturino sulla scrivania è ugualmente fastidioso. Senza voler creare ulteriori polemiche, mi aspettavo che una casa madre come la Citizen facesse un intervento in tale direzione, richiamando tutti i possessori (che non dovrebbero essere tanti) in centri autorizzati per la sostituzione della corona…

  24. mirko017

    Buonasera a tutti,
    tanto per la cronaca, alla fine di febbraio avevo provato a scrivere al supporto clienti Citizen in Giappone segnalando questo problema con la corona dell’Evolution 5.
    Ecco la risposta:

    “Dear customer.
    this is TYO support office.
    May we recommend you to contact our local service centre for checking.
    CITIZEN WATCH ITALY S.P.A.
    Via G. Di Vittorio, n° 9-11, 20065 Inzago, Milano
    TEL: (2) 954-3971 / FAX: (2) 953 11111
    With best regards
    CS Support Team
    CITIZEN Watch Company Japan”

    Al che gli ho risposto che avevo scritto a loro perche’ l’orologio e’ costruito in Giappone e non in Italia.
    Ecco la successiva risposta:

    “Dear customer.
    sorry not enough of previous information.
    we have Italy branch and we do produce it with their proposal.
    therfore we recommend you to contact our branch for checking.
    CITIZEN WATCH ITALY S.P.A.
    Via G. Di Vittorio, n° 9-11, 20065 Inzago, Milano
    TEL: (2) 954-3971 / FAX: (2) 953 11111
    With best regards
    CS Support Team
    CITIZEN Watch Company Japan”

    In pratica sostengono che producono gli orologi per l’Italia su indicazioni della sede italiana.
    Ma nel caso specifico cio’ non e’ vero, perche’ l’Evolution 5 e’ venduto in tutto il mondo e la corona e’ sempre fatta allo stesso modo.
    Dopodiche’ ho rinunciato a scrivere ulteriormente perche’ mi pareva tempo perso.
    Saluti.

  25. Grazie comunque Mirko per l’interessamento; la tua scrupolosità si è dimostrata ancora una volta, proverbiale. Sono davvero, piacevolmente colpito dalla passione che alimenta la tua grande competenza in questo settore….ma è anche vero il contrario: competenza che alimenta passione! Comunque sia: grande Mirko!

  26. mirko017

    Grazie dasca,
    ma non credo di avere “…una grande competenza in questo settore…”.
    Sono solo un semplice appassionato che tenta di rendersi utile per quanto possibile.
    Saluti.

  27. …parlo per esperienza diretta: non di rado, la semplice e vera passione, rende le persone più competenti e capaci dei professionisti del settore.
    Forse non ti guadagnerai il pane quotidiano con gli orologi, ma di sicuro il tuo grado di preparazione, rende autorevoli le tue argomentazioni, al pari di chi ha una “qualifica ufficiale”…..anche una sana curiosità, gioca un ruolo importante in tutto ciò e mi pare che anche quella non ti manchi!
    Buon lavoro.
    D.

  28. mirko017

    Buongiorno a tutti,
    esplorando il sito Citizen giapponese ho trovato questa pagina
    http://citizen.jp/cs/tec-joho/fit_adjuster/index.html
    nella quale viene mostrato un tipo di chiusura dotata di regolazione fine scorrevole montata su un modello attualmente non disponibile in Italia.
    Secondo me se questo tipo di chiusura venisse montata su tutti i modelli potrebbe essere la soluzione dei vari problemi di regolazione qui lamentati.
    Saluti.

  29. epmpozzi

    Ciao a tutti!
    In particolare a Giuliano volevo dire di non scoraggiarsi ed indicare come ho risolto i problemi della corona, intesi, il “modus operandi” è da intendersi personale e non vuol essere assolutamente l’unica strada da percorrere.
    Mi sono armato di una limetta diamantata e carta vetrata non fine, finissima e ho levigato dolcemente e pazientemente le sfaccettature che risultavano non levigate al tatto della corona e non solo di quella e così da quasi 5 mesi ho risolto tutti i problemi di questo bellissimo orologio.
    Non ho dovuto sottostare alle proposte di:
    – Cambiare il polso sul quale portare l’orologio.
    – Litigare con chi lo ha venduto.
    – Litigare con un centro d’assistenza.
    – Aggiungere o togliere maglie superflue.
    – Sostituire la corona.
    – Sostituire la chiusura.
    Come si legge in post altrui, in pratica, la colpa non è mai di nessuno e nessuno si prende la briga di “toccarlo” perché si viene messi davanti alla caduta della permeabilità e garanzia come successo a me.
    Mi si permetta di dire che ci si aspetterebbe da un marchio e da un orologio di questo calibro e prezzo un controllo qualitativo ad alti standard per garantire la perfezione del prodotto e non esser presi per pazzi, piagnucolosi e rompiscatole quando si segnalano delle imperdonabili imperfezioni anzi, farne tesoro!
    Comunque, se si opera delicatamente e progressivamente nelle fasi di “ristrutturazione” tali manovre sono assolutamente impercettibili visivamente ma estremamente risolutive.
    Il detto “Chi fa da sé fa per tre” è sempre valido.
    Auguri!