Dopo aver fatto 30…ho fatto 31…: JY8034-58E

Ed ecco l’ultimo “membro della famiglia”, ossia il Navihawk JY8034-58E, appena arrivato con un giorno di ritardo sul previsto, perché questa volta il solito fornitore inglese ha pensato di usare un altro corriere (OCS Worldwide) anziché quello solito (FedEx). chissa’ poi perché..?!?

DSC00261_rid2

Da un punto di vista strettamente tecnico, l’orologio e’ parente stretto di quello che noi conosciamo come Super Pilot, infatti monta lo stesso calibro U680 e pertanto ha le stesse identiche funzioni: radiocontrollo a 5 canali, cronometro, timer, 2 allarmi, orario mondiale di 43 citta’, regolo calcolatore, ecc. La scelta del nome Navihawk secondo me e’ dovuta semplicemente al fatto che, essendo questo modello disponibile solo nei paesi anglosassoni dove i vari Pilot e Crono Pilot non sono commercializzati, probabilmente Citizen ha preferito scegliere un nome diverso che in qualche modo si ricollega allo Skyhawk (oltretutto non dimentichiamo che il calibro U680 e’ la naturale evoluzione del U600 montato proprio sullo Skyhawk).

Tuttavia, nonostante l’evidente parentela, questo Navihawk e’ piu’ grande del nostro Super Pilot e non di poco. La larghezza infatti e’ di ben 51,4 mm contro i 47,4 del Super Pilot. L’ho misurato due volte perché stentavo a crederci, ma poi mettendo accanto i due orologi la differenza risulta evidente. In effetti la cassa del Navihawk sembra una riproduzione in scala maggiorata di quella del Super Pilot, dal momento che ne ripete la forma sia pure con dimensioni piu’ generose. Diciamo che da un punto di vista di ottimizzazione dei costi industriali questa non sembra essere una scelta conveniente (due casse simili, ma con misure diverse, per contenere lo stesso identico calibro…!), ma evidentemente Citizen deve aver avuto delle buone ragioni, forse non tanto tecniche quanto piuttosto commerciali: adesso sono molto diffusi i modelli di dimensioni extra-large. Lo spessore invece e’ nella norma: 14,1 mm contro i 14,3 del Super Pilot.

Purtroppo anche questo modello e’ realizzato in acciaio e, mantenendo la tradizione degli Skyhawk “anglosassoni”, monta un vetro minerale anziché il piu’ apprezzato vetro zaffiro. Il peso quindi, date anche le generose dimensioni, non puo’ essere molto contenuto: 191,2 grammi che poi sono scesi a 177,9 dopo aver tolto 3 maglie. Certo non e’ poco, ma e’ comunque leggermente meno del peso del vecchio Skyhawk in acciaio.

Una caratteristica originale di questo Navihawk e’ il fatto di avere i due display digitali “negativi”, come si puo’ ben vedere nella foto: si tratta di un particolare finora inedito su tutti i precedenti modelli che hanno utilizzato i calibri U600 e U680. A onor del vero pero’, bisogna dire che questa scelta si rivela forse valida da un punto di vista cromatico generale, ma poco pratica per quanto riguarda la leggibilita’, infatti in condizioni di scarsa illuminazione i due display risultano quasi illeggibili.

Infine un dettaglio a mio avviso discutibile: sulla ghiera rotante del regolo calcolatore e’ presente anche una scala in gradi con l’indicazione dei quattro punti cardinali, il che potrebbe far pensare ad una bussola, ma in realta’ l’orologio non integra tale funzione, pertanto credo che si tratti esclusivamente di una trovata “estetica”, probabilmente per giustificare il nome Navihawk.

Bene, credo di avervi annoiato abbastanza. A voi la parola dunque.


20 Commenti

  1. Tony Assante

    Volevo comprare questo orologio, ma su amazon il prezzo mi sembra altino.
    http://smarturl.it/superpilot
    Potresti darmi una dritta su dove conviene comprarlo online a prezzo migliore?
    Grazie mille per l’attenzione

  2. Ciao Tony Assante, il Super Pilot di listino costa 690 euro come avrai notato, e al momento difficilmente si trova scontato in modo considerevole.
    Se ti piace l’orologio e vuoi stare tranquillo, il mio consiglio è di prenderlo presso un concessionario autorizzato dove puoi vederlo di persona prima di comprarlo e da cui ti potrai recare per qualsiasi eventualità. Magari un pò di sconto te lo fa lo stesso. Inoltre è un orologio che vale tutti i soldi spesi, per come la vedo.

    Se invece vuoi risparmiare, prova a cercare un usato, ma non so cosa riuscirai a trovare…

    Facci sapere!

  3. Francesco C

    Il prezzo Amazon è effettivamente ridicolo, nessun negoziante avrebbe la faccia tosta di offrirti l’1% di sconto.

    Il mio consiglio è di eseguire una ricerca Google limitata all’Italia e poi di esaminare le varie offerte. Il problema come al solito è di incrociare il prezzo buono con la disponibilità immediata. Ci sono parecchi concessionari ufficiali che vendono online ma ovviamente il loro assortimento varia nel tempo, quindi è difficile dare un consiglio specifico.

  4. Francesco C

    Mi sono perso via dando indicazioni a Tony Assante e ho così dimenticato di fare i complimenti all’amico Mirko per il suo nuovo acquisto. Leggendo i dati di peso da lui forniti mi sono venuti i brividi, il mio Navihawk nero con cinturino in gomma arrivato ieri pesa infatti solo 120 grammi

  5. Tony Assante

    Grazie Francesco, mi scuso per averti fatto “perdere” 🙂
    Provo a vedere in negozio e vi faccio sapere…

  6. Grazie per i complimenti Francesco.
    Se ti sembra pesante questo, pensa allora che il Promaster Carbon JY0075-54E che ho comprato circa 3 anni fa pesava all’origine 214,8 grammi e anche dopo la regolazione del bracciale pesa ancora ben 200,3 grammi: e’ il peso massimo della mia collezione…!
    Comunque per quanto mi riguarda devo dire che tutto sommato il peso non mi da particolarmente fastidio. Probabilmente e’ piu’ un fattore psicologico che fisico.
    Certo, a parita’ di altre condizioni tra acciaio e titanio preferirei comprare il titanio, ma purtroppo non sempre e’ possibile, semplicemente perché, come negli ultimi casi, non esistono versioni in titanio.
    A quanto pare nei modelli dedicati esclusivamente ai mercati anglosassoni il titanio non e’ molto di moda.
    Saluti.

  7. Per quanto riguarda il peso, fermo restando il fatto che ciascuno e’ libero di avere le proprie opinioni al riguardo, posso dire che oggi ho indossato il nuovo JY8034-58E per tutto il pomeriggio e non ho provato nessun fastidio.
    Paradossalmente invece mi e’ capitato altre volte, indossando qualche modello in titanio ultraleggero, di non sentire l’orologio e di guardare con preoccupazione il polso temendo di averlo perso, salvo poi constatare che invece l’orologio era regolarmente al suo posto.

  8. Francesco C

    Posso solo dire che una volta il peso di un orologio non mi dava nessun fastidio mentre ora lo sento di più. Oltre a tutto con gli anni mi sono ingrossato e quindi dovrebbe darmi meno fastidio.
    C’è però il fatto che gli orologi che sembravano pesanti una volta oggi sono diventati delle piume. I diametri sono cresciuti notevolmente, ecc.
    Il mio Rolex Datejust pesa 93 g con il bracciale …

  9. Francesco C

    La soluzione ideale che accontenta i diversi gusti è costituita dai bracciali ‘compositi’ che stanno cominciando a diffondersi. Sono costituiti da elementi in resina o gomma articolati come quelli dei bracciali tradizionali per mezzo di componenti metallici. A parte quello folle di Jaeger Le Coultre in gomma/metallo che costa 1,900 Euro come ricambio c’è per esempio quello nuovissimo di Casio in resina che è una vera delizia, l’ho montato sul mio ultimo acquisto ed è comodissimo, leggero come una piuma e articolato perfettamente come un bracciale metallico. L’ho pagato 100$ come ricambio originale.

    Mi piacerebbe moltissimo che anche Citizen adottasse questa soluzione.

  10. Quando si accoppiano materiali diversi bisogna considerare la possibilita’ che quello piu’ duro finisca col danneggiare quello piu’ morbido. In particolare nel caso di accoppiamento gomma/acciaio e’ facile prevedere come puo’ andare a finire.
    Tanto per fare un esempio, nel 2002 acquistai un Seiko Kinetic in acciaio con bracciale misto acciaio/gomma. Sciaguratamente le parti in gomma erano concatenate a quelle in acciaio mediante tradizionali perni metallici (esattamente come i perni che tengono insieme le varie maglie di un normale bracciale in acciaio) che col tempo hanno finito per tagliare letteralmente la gomma.
    Pertanto, se i bracciali di cui parli hanno effettivamente elementi in gomma articolati tramite componenti metallici, temo di sapere come potra’ andare a finire…
    Insomma, non vorrei acquistare un Eco-Drive per non dover piu’ sostituire la pila e poi dover spendere ancora di piu’ per sostituire periodicamente il bracciale rotto….

  11. … anche questo è verissimo. Però in effetti tutto dipende dai gusti, ci si ricollega sempre lì. Il discorso dei costi è sempre relativo: se a me piacciono i bracciali bi-componente, li monto e so che dovrò cambiarlo con una certa frequenza, così come in effetti avviene per i cinturini in pelle o gomma, che se usati con frequenza durano un anno circa non molto di più…
    Ovvio: un bracciale può essere praticamente eterno, questo è uno dei vantaggi di questa scelta tecnica.
    Ma non tutti comprano una 500 anzichè una Lamborghini per pagare meno di assicurazione e carburante 😉

  12. Scusa mirko017 puoi togliermi una curiosità… quanto misura l’ansa del tuo nuovo acquisto?

  13. Francesco C

    Le anse del nuovo Navihawk sono da 23 mm

  14. 23 mm direi…

  15. Le solite mezze misure dei braccialati Citizen. Quindi è la stessa del The Pilot. Grazie!

  16. Molto bello come quasi tutti i citizen del resto.
    Io ultimamente, sarà per la presbiopia, preferisco dei quadranti meno affollati però se un orologio con la tecnologia e le funzioni di questo non si può fare a meno di un quadrante “affollato” ma bello e razionale nella disposizione.

    Complimenti

  17. vincenzo

    Salve a tutti.
    Una domanda relativa al super pilot.
    Esiste un modo per “disattivare il pulsanti A e B?
    Vorrei, evitare di attivare le modalità di luci led e verica ricezione, in modo azzardato. C’è un modo per “proteggere” la digitazione casuale?.
    Nel manuale di istruzioni non ho visto nulla. quindi chiedo a voi.
    Vi ringrazio

  18. mirko017

    Ciao vincenzo,
    no, non mi risulta che nel Super Pilot (e neppure negli altri modelli) ci sia un modo per disattivare i pulsanti.
    Saluti.

  19. vincenzo

    Grazie per la tempestiva risposta.

    Dormendo spesso con questo gioiellino, ho paura di schiacciare tasti, quando non serve..
    va be..mi affido al caso. 🙂
    ancora grazie,

    ciao

  20. roberto46

    Wow! Complimenti per questo orologio e per la recensione, a prima vista mi sembra leggermente affolato, ma nel complesso mi piace molto! peccato per l’acciaio e il vetro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *