Domande sul modello Citizen Pilot

Quattro domande riguardanti il modello Citizen Pilot, spero di ricevere altrettante risposte.

Ho appena acquistato un Pilot, così marcato sul retro della cassa: H461 – T005527 HST 830141 GN – 4W – S.

a) cosa indicano queste sequenze?

b) in che anno è stato prodotto per la prima volta questo orologio?

c) dove vengono prodotti?

d) quale è la “tiratura” media di un modello?

Grazie per le risposte


14 Commenti

  1. mirko017

    Ciao GiorgioB,
    sono in grado di rispondere con certezza solo per quanto riguarda la prima parte dei codici che hai riportato.
    La sigla H461 indica il codice del calibro, ossia in pratica del movimento: la stessa sigla la troverai sulla copertina del manuale di istruzioni.
    Per quanto riguarda gli altri codici dubito che essi indichino “l’anno in cui e’ stato prodotto per la prima volta questo orologio” oppure “la tiratura media di un modello”.
    Infatti al massimo potrebbe aver senso indicare l’anno di produzione dell’esemplare stesso e non l’anno in cui si e’ iniziato a produrrre quel tipo di orologio.
    Se poi si trattasse di un modello in serie limitata, potrebbe essere interessante indicare il numero progressivo dell’esemplare in questione, ma non e’ questo il caso.
    Saluti.

  2. Ciao GiorgioB.
    I numeri di serie impressi sui fondelli degli orologi Citizen ne descrivono funzioni e caratteristiche attraverso un codice numerico interno della casa nipponica.
    Da esso quindi si può risalire al modello di orologio, naturalmente al calibro, alle caratteristiche salienti estetiche (forma, ecc.).
    Purtroppo la datazione può essere effettuata solo in modo empirico, anzi “storico”, facendo riferimento al periodo di produzione dell’orologio identificato con il codice, ma non all’anno di produzione nè alla tiratura.
    Quest’ultimo dato poi fa parte delle strategie di marketing di Citizen, e viene solitamente diffuso solo in caso di serie limitate o addirittura numerate (come ad esempio il “Campanula”).
    Per completezza ti indico qui in seguito un estratto di quanto esposto nella versione italiana del sito giapponese:

    “Come rilevare il numero di movimento
    Il numero di cassa [una sequenza di 4 e 6 cifre (xxxx-xxxxxx) o una sequenza di 4 e 7 caratteri alfanumerici (xxxx-xxxxxxx)] e stampato sul retro della cassa dell’orologio. Il numero di movimento e rappresentato dai 4 caratteri a sinistra del numero di cassa. precedenti, sia i modelli nuovi.

    I numeri della cassa sono classificati come segue:
    xxxx-xxxxxx (Esempio) 9447-H29581
    xxxx-xxxxxxx (Esempio) F315-K000131

    L’ubicazione del numero di cassa relativo a ciascun orologio dipende dalle sue caratteristiche. Si raccomanda di porre attenzione, poiche il numero di cassa e stampato a caratteri minuscoli e potrebbe risultarne difficile la lettura.”

    Spero di aver risposto in modo comprensibile al tuo quesito e ti saluto cordialmente.

  3. Ciao GiorgioB.
    Mi accorgo però solo ora che in effetti posso completare la mia risposta:
    a memoria mi pare di ricordare che il primo Pilot portante il modulo H461 sia stato prodotto nel 2005.
    Riguardo alla produzione mi pare proprio che non dovrebbero esserci dubbi trattandosi di un brevetto giapponese.
    Altra cosa potrebbe essere l’assemblaggio.
    In passato non è stato infrequente il ricorso all’assemblaggio, oltre naturalmente che in Giappone, in Germania o in altri paesi.
    Significa che la casa madre invierebbe i moduli nei vari paesi deputati, nei quali tecnici specializzati provvederebbe al montaggio.
    E’ il caso ad esempio di molti orologi svizzeri sul cui quadrante comparirebbe la scritta “Swiss mvt” (movimento svizzero) in sostituzione del classico “Swiss made”.
    Salutoni.

  4. mirko017

    Buonasera a tutti,
    no Enrico, credo che la produzione del Pilot sia iniziata come minimo nel 2004.
    Infatti il mio primo radiocontrollato Citizen e’ stato proprio il Pilot con cinturino in Kevlar e l’ho comprato esattamente il 22/05/2004 (ricordo ancora lo slogan della pubblicita’: “Full metal case”. Inoltre in quel tempo c’era una promozione per cui acquistando l’orologio ti regalavano una borsa Roncato marcata Citizen).
    Per la cronaca sul retro della cassa ci sono i seguenti codici scritti nel’ordine:

    H461-T004423 Y GN-4W-S 421916

    Non posso assicurare che sia vero, ma su qualche sito avevo letto che guardando l’ultimo numero (nel mio caso 421916) la prima cifra dovrebbe indicare l’anno (4 starebbe per 2004) e la seconda il mese (2 starebbe per febbraio).
    Nel mio caso cio’ potrebbe anche essere vero.
    Infine escludo che la lettera “S” stia per “Sapphire” (ossia vetro zaffiro) perche’ la ritrovo anche su un modello che ha il vetro minerale.
    Di piu’ non so.
    Saluti.

  5. GiorgioB

    OK, grazie x le risposte.

  6. Giovanni

    Salve a tutti sono un appassionato dai tempi dell’adolescenza di orologi..colgo l’occasione di chiedere al forum, del pilot ecodrive h461 a riguardo le caratteristiche tecniche e costruttive di questo calibro visto che non riesco a capire quanti rubini monta il modulo ne tantomeno quante bobine siano presenti, visto che la gestione della lancette delle ore e dei minuti risulta ognuna indipendente dall’altra. Spero in una vostra risp grazie.
    P.S. E ‘stupendo questo blog complimenti!!

  7. Ciao Giovanni,
    Il modulo H461 è dotato di 3 bobine, e, vado a memoria, mi pare 8 rubini.
    C’è da considerare che il numero dei rubini introdotti nei calibri elettronici è sempre inferiore a quelli meccanici, essendo anche limitato il ruotismo, per cui difficilmente questo parametro può considerarsi indicativo di qualità.
    Un salutone.

  8. Giovanni

    Grazie Enrico, sei stato molto prezioso…. sono curioso di vedere qualche foto se è possibile su questo sito.

  9. Giovanni

    a. dimenticavo che differenza c’è tra un pulsante dell’aqualand 1 e quello del pilot, sembrano simili eppure l’aqualand puo essere premuto in acqua, grazie

  10. Ciao Giovanni.
    Visto l’interesse che suscita il calibro H461, invierò una richiesta al nostro “Mister Citizen” Marcello Borsetti per avere un modulo da “sezionare” per la rubrica “ANATOMIA DI …”. Quindi troverai di tutto e di più a breve su questo blog.
    Riguardo alla differenza tra i pulsanti devo dirti che sono simili solo apparentemente.
    Un pulsante in grado di essere attivato anche in immersione dispone di guarnizioni diverse e soprattutto di una struttura costruttiva particolare.
    Salutissimi.

  11. Giovanni

    Grazie! Ho conosciuto citizen mania vedendo un tuo video su you tube, a riguardo del citizen meccanico. Spiegazione da 10 con tanto di lode.

  12. Giovanni

    Ho letto i commenti sulle normative iso per orologi sub ,chiedo se il mio citizen pilot 20 W.R. puo essere utilizzato per immersioni.

  13. Ciao Giovanni e grazie per i complimenti.
    Il tuo Citizen può senza dubbio essere usato per immersioni fino ad una decina di metri a condizione che non utilizzi i pulsanti durante l’immersione.
    Onestamente le caratteristiche della cassa consentirebbero anche profondità superiori, ma … accontentiamoci.
    Salutoni.

  14. Giovanni Mocerino

    grazie, penso che c sentiremo spesso…in sito-buona domenica a tutti