Citizen 0,45 Lady, la tecnologia conquista le signore

EG 3200, femminilità e tecnologia finalmente in armonica simbiosi

Pare proprio che Citizen abbia fatto … il miracolo.

Se c’è stata ed esiste tuttora sotto certi aspetti, una difficoltà nella distribuzione orologiera, questa è proprio il riuscire a “convertire” le signore alla tecnologia.

L’Orologeria femminile è sempre stata vissuta dal gentil

sesso esclusivamente sotto l’accezione estetica, snobbando allegramente ogni tentativo di ammiccamento a fattori tecnici o tecnologici.

Oggi questo assioma non rappresenta più una certezza, e ciò grazie alla creazione da parte di Citizen della Collezione femminile della linea vincente 0,45.

Questa Collezione è altamente tecnologica in virtù della realizzazione di un calibro estremamente piatto, ma nello stesso tempo in grado di ospitare tutti i circuiti relativi al sistema di ricarica Eco-Drive, il più affidabile del mondo in Orologeria.

Le difficoltà di realizzazione erano già emerse in fase di creazione del modello maschile, che poteva contare su una superficie maggiormente ampia almeno come diametro.

Nel progettare la versione per signora ci si sarebbe potuti accontentare di una misura middle-size. Citizen, invece e come sappiamo, non ama i compromessi ed è riuscita a realizzare un modulo contenuto in soli mm. 32 di diametro esterno di cassa.

Questa realizzazione ha evidentemente dell’eccezionale, ed è riuscita a penetrare la consueta apatia delle signore per i prodotti dotati di iper-tecnologia.

Citizen 0,45 Lady risulta infatti una delle scelte maggiormente gradite, anche perchè proprio in conseguenza alle performance produttive, mantiene un canone estetico molto piacevole e femminile.

Per una volta i gusti di maschietti e gentil signore coincide, ed evita le consuete scaramucce che rischiavano di lasciare le due parti sotto le reciproche posizioni.

I problemi di spazio e funzionali dovuti alla miniaturizzazione sono stati ampiamente superati dagli ingegneri, approntando un vero e proprio gioco ad incastro tra cella solare, accumulatore, convogliatore circolare di luce e circuito, ottenendo lo splendido e incredibile risultato di mantenere inalterata la quantità energetica sfruttabile dall’orologio, con la conseguente stabilizzazione della riserva di carica a livelli altissimi.

Questa esasperazione di ricerca non ha prodotto costi esorbitanti, e Citizen ha potuto immettere in commercio la versione femminile (udite, udite!) a soli €. 10,00 in più rispetto a quella maschile, collocando la collezione ad un livello di prezzo francamente molto conveniente, specie perchè riferito ad un orologio teoricamente eterno.

Tutto ciò fa si che Citizen 0,45 Lady sia attualmente uno dei doni più ricercati e meglio ponderati in questo periodo natalizio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *