AT9030-55L, direttamente (si fa per dire…) dall’Australia…

Ecco qui il nuovo AT9030-55L appena arrivatomi dall’Australia (eh si, questa volta mi sono spinto un po’ piu’ lontano del solito, ma e’ stato solo un caso…).

DSC00359_rid2

Dal punto di vista tecnico questo modello e’ equivalente al AT9010-52L che avevo acquistato lo scorso mese di settembre in Inghilterra (calibro H820, cassa e bracciale in acciaio, vetro zaffiro, orario mondiale con possibilita’ di visualizzare contemporaneamente due fusi diversi, allarme, ecc.). In pratica le differenze sono solo estetiche, in particolare la cassa che dal lato dei pulsanti ha una forma leggermente piu’ regolare rispetto all’altro modello, e devo dire che tutto sommato preferisco questo rispetto al precedente.

Diciamo che ho voluto comprarlo per aggiungere anche questa “variante” al resto della collezione e anche per il gusto di acquistare in un posto diverso dal solito.

L’orologio e’ stato assemblato in Cina, come risulta da un apposito adesivo attaccato al fondello della cassa e anche dal fatto che inizialmente era impostato sul fuso orario della citta’ cinese di Beijing: evidentemente il venditore non ha avuto neppure il tempo di impostarlo sull’ora di Sidney, dal momento che l’ho ordinato subito dopo che era entrato “in stock”.  Del resto penso che anche molti altri modelli venduti altrove siano ormai assemblati in Cina, anche se magari cio’ non viene indicato ufficialmente: almeno da questo punto di vista apprezzo la trasparenza.

Per quanto riguarda il tempo di consegna, devo dire che ancora una volta Poste Italiane ha messo in mostra la propria lentezza. Infatti l’orologio e’ stato spedito gratuitamente, ma non tramite FedEx (come indicato sul sito del fornitore), bensi’ con raccomandata internazionale. Tutto sommato non c’e’ voluto molto per arrivare dall’Australia all’Italia (meno di una settimana…), ma, una volta arrivato a Milano Linate, Poste Italiane ha impiegato ben 9 giorni per farlo arrivare a Genova a casa mia…!!!  E pensare che mi hanno anche detto che sono stato fortunato perché la pratica doganale si e’ conclusa in un solo giorno senza intoppi…

Infine un particolare “inaspettato”: questo orologio sembra mettere in crisi la mia teoria sul modo di ricavare la data di fabbricazione dal numero seriale. Infatti, se e’ vero che il primo numero indica l’anno ed il secondo numero indica il mese, questo orologio ha il numero seriale che inizia con 44…., il che vorrebbe dire aprile 2014. Il fatto e’ pero’ che e’ stato spedito il 24 marzo, quindi non puo’ certamente essere stato fabbricato ad aprile…!

Il mistero si infittisce…..


7 Commenti

  1. Francesco C

    Bello!

    A che quota siamo? Ho perso il conto dei tuoi orologi, d’altra parte ho perso il conto anche dei miei …

  2. Ciao a tutti .una curiosità che mi è nata leggendo il post:sul fondello del mio orologio ci sono le seguenti incisioni E101-S064783 HST 361020428 GN-4-S cosa significano ? Grazie.

  3. mirko017

    @Francesco C
    Grazie. Questo e’ il numero 35….

    @kris
    non conosco il significato di tutti i codici incisi sui fondelli, comunque, nel caso specifico:
    – E101: indica il calibro del tuo orologio
    – S064783: dovrebbe essere un codice relativo al tipo di cassa
    – HST: non lo so
    – 361020428: e’ il numero seriale
    – GN-4-S: non lo so

    Saluti.

  4. Grazie Mirko 017

  5. federico.t

    Complimenti, bellissimo!

  6. mirko017

    Per dovere di cronaca vi segnalo che adesso questo modello e’ presente anche sui siti ufficiali Citizen di alcuni paesi europei come Germania, Austria, Olanda e Svizzera.
    Pertanto chi fosse interessato all’acquisto puo’ trovarlo anche qui nel “vecchio continente” senza andare dall’altra parte del mondo come ho fatto io.
    Saluti.

  7. mirko017

    Ho visto che adesso questo modello (insieme ad altri della stessa serie) e’ disponibile anche in Italia.
    Era ora, visto che, come avevo gia’ scritto ad aprile, era gia’ disponibile in vari paesi europei.
    Questo conferma la mia intuizione che avevo espresso in questo mio commento http://www.citizenmania.it/articoli/citizen-h800-leonardo/comment-page-1/#comment-6583 poco piu’ di un anno fa.
    Che dire? Meglio tardi che mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *