Al mio polso oggi: crono radio controllato Red Arrows

Il mio nuovo AT8060-09E è un cronografo radio controllato con calendario perpetuo dedicato alla pattuglia acrobatica inglese Red Arrows. Crono fino a 60 min e world time. Cassa in acciaio con diametro 43 mm, vetro zaffiro, cinturino in pelle nera con fori a fondo rosso. E’ disponibile anche con bracciale in acciaio e credo che Mirko abbia questa versione, a me i braccialati hanno stancato e non ne prendo più.
Il quadrante è meno affollato del solito, dato che alcune indicazioni come il livello di carica sono disponibili solo on demand. C’è un regolo calcolatore all’esterno del quadrante che viene comandato dalla solita ghiera zigrinata posta a ore 8, insomma poco utilizzabile come quello dei pilot …
Niente di fuori dall’ordinario tecnicamente ma l’estetica è bella e il quadrante particolarmente leggibile. Quando avrete la mia età capirete che quest’ultima è in fondo la cosa più importante.

Qualche statistica: si tratta del mio 18° Citizen, del 21° solare e del 13° radiocontrollato. Con 18 orologi Citizen risulta la mia marca preferita, seguita da Breitling con 7 pezzi.

CIMG1634


7 Commenti

  1. Francesco C

    Una piccola curiosità che inizialmente mi era sfuggita e che mi ha divertito. In mezzo ai vari particolari dipinti in rosso che sono intesi a caratterizzare la versione Red Arrows ce n’è uno che io non avrei fatto :

    http://tinypic.com/r/2w3ut6x/5

    la zona dell’indicatore di carica che mostra il massimo livello è rossa.

    Ora, gli indicatori che siamo abituati a vedere tipo la temperatura del fluido del radiatore o la pressione dell’acqua della caldaia hanno una zona rossa in alto che indica una situazione di pericolo o allarme, dove la lancetta non dovrebbe mai andare. Qui invece si tratta del contrario, la lancetta dovrebbe sempre stare sul rosso … curioso!

  2. molto bello complimenti:-)

  3. Francesco C

    grazie!

  4. mirko017

    Dunque e’ arrivato finalmente..
    Molto bene.
    Confermo che io ho la versione con bracciale in acciaio.
    Cio’ che dici a proposito dell’ultima tacca dell’indicatore del livello di carica e’ assolutamente condivisibile. La stessa cosa succede anche nell’analoga versione americana di questo orologio dedicato ai Blue Angels: in quel caso l’ultima tacca e’ gialla anziché rossa, ma e’ comunque di colore diverso rispetto alle altre.
    Viceversa in alcuni modelli della serie AT40xx, come ad esempio AT4008-51E e AT4010-50E, e’ la prima tacca ad essere di colore diverso, ed in quel caso la cosa ha piu’ senso perché la prima tacca indica il livello minimo, come se fosse la riserva di benzina tanto per fare un paragone automobilistico.
    Comunque sia, l’orologio e’ molto bello e, come giustamente hai sottolineato, molto leggibile.
    L’unico difetto che trovo nella serie AT80xx e’ quello di non avere neppure un modello in titanio.
    Saluti.

  5. Francesco C

    Credo che la mancanza di modelli in titanio sia dovuto al fatto che gli orologi di cui si parla sono piccole serie dedicate ai mercati USA ed UK dove in generale le persone sono meno propense di noi a spendere per gli orologi. Parlo naturalmente dei grossi numeri perchè collezionisti ce ne sono in tutto il mondo.
    Se vai per esempio nella sezione dedicata agli orologi di qualche forum americano come EDC puoi leggere dei commenti che a noi fanno sorridere, persone che chiedono consigli d’acquisto con un budget di $100 o altre che lamentano che i Casio sono belli ma carissimi …

  6. mirko017

    Puo’ essere come dici…
    Pero’ allora mi sembra un po’ strano che ad esempio negli USA nella serie AT80xx siano presenti ben quattro modelli “Limited Edition” sempre in acciaio, ma con prezzi superiori alla media.
    Mi riferisco ai vari:
    AT8010-23A (2500 pezzi, cinturino in coccodrillo, 675 Dollari)
    AT8013-17E (2500 pezzi, cinturino in coccodrillo, 675 Dollari)
    AT8030-00E (2500 pezzi, cinturino in poliuretano, 795 Dollari)
    AT8030-18F (2500 pezzi, cinturino in coccodrillo, 795 Dollari)
    In particolare gli ultimi due che ho elencato, pur avendo in fondo gli stessi contenuti tecnici degli altri ed uguale tiratura, non si capisce perche’ debbano costare 120 Dollari in piu’, specialmente quello con cinturino in poliuretano….!
    Tutto sommato sarebbe costata meno una normale versione in titanio.
    Saluti.

  7. Francesco C

    Una buona notizia (per me): il Red Arrows è dotato di un ‘udito’ finissimo e da quando ce l’ho non ha mancato una sola ricezione, comprese le notti di maltempo.
    Solo il mio pilot normale, il primo radiocontrollato Citizen, lo sa fare. Il record di ‘sordità’ va invece ai due crono pilot.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *