Acquisto Pilot Radiocontrollato

Ciao a tutti,

mi sono appena registrato su citizenmania e non sono molto pratico di blog e forum.

Sono intenzionato a comprare un pilot radiocontrollato, e negli unltimi tempi ho cercato più informazioni possibili. Mi ero quasi deciso quando mi sono imbattuto in questo commento:

http://www.ciao.it/Citizen_Eco_Drive_Radiocontrollato_As405001E__Opinione_1256131

dove si dice che questo tipo di orologio ha bisogno di una messa a punto prima dell’acquisto, pena possibili rischi di diverso tipo, come una perdita di sincronia tra la lancette.

Mi tranquillizzate? O è davvero possibile?

Aspetto con ansia vostre risposte.

Un saluto a tutti. Grazie


45 Commenti

  1. mirko017

    Ciao Walter,
    benvenuto in Citizenmania.
    Ho visto il commento che tu dici e suppongo che l’abbia scritto un utente che qualche tempo fa aveva scritto anche qui lamentando tutte le sue disavventure, talvolta anche con toni un po’ “pesanti”.
    Che ti posso dire? Certo un esemplare difettoso puo’ sempre capitare con ogni genere di prodotti. Per quanto mi riguarda ti diro’ che ho ben 12 diversi modelli Citizen di cui 10 radiocontrollati e dal 2000 ad oggi non ho mai avuto neppure un decimo dei problemi lamentati in quel commento.
    Sicuramente puo’ capitare che in certi periodi non si riesca a ricevere il segnale radio, lo so bene, ci sono poi modelli piu’ sensibili alla ricezione e altri meno, anche questo e’ vero.
    Ma da qui a dire che bisogna abitare in una piazza senza palazzi intorno o che serve una bussola per trovare la direzione del segnale…beh, mi pare che ci sia una certa differenza.
    Anche gli apprezzamenti sulla complessita’ del libretto di istruzioni mi sembrano eccessivi.
    Certo, se acquisti un orologio meccanico “solotempo” e con carica manuale le istruzioni sono piu’ semplici, e’ evidente.
    Pero’ ti posso garantire che le istruzioni del Pilot radiocontrollato sono alla portata di chiunque abbia idea di cos’e’ un orologio e sappia leggere l’italiano.
    Effettivamente capita che talvolta certe frasi siano tradotte in maniera non perfetta, come del resto succede con qualsiasi prodotto proveniente dall’estero, ma non ho mai avuto problemi a comprenderle.
    Anche la storia che Citizen “e’ un sottomarchio di Seiko” e’ una sciocchezza.
    Per quanto riguarda poi la necessita’ di una messa a punto pre vendita, francamente non ne ho mai sentito parlare e non capisco che cosa ci sia da mettere a punto.
    Mi chiedo, se quell’utente ha incontrato cosi’ tante difficolta’ con un Pilot, che in fondo e’ un orologio “solotempo”, che cosa avrebbe detto se avesse acquistato ad esempio uno Skyhawk che ha molte funzioni in piu…!
    Comunque, tornando alle tue preoccupazioni, io non mi farei troppi problemi. Se l’orologio ti piace, compralo.
    Saluti.

  2. Francesco C

    Un benvenuto anche da me Walter!

    Io ho 11 Citizen di cui 5 radiocontrollati. Anch’io come Mirko non ho mai avuto problemi con i radiocontrollati, se si eccettua il caso di mancata ricezione, che avviene con una certa frequenza in caso di maltempo (qui o in Germania).

    Sono d’accordo nel considerare quanto citato su ciao.it come lo sfogo di un cliente sfortunato, categoria che purtroppo si trova in qualunque campo, pensa alle automobili.

    Vorrei infine approfittare per esprimere un parere su una serie di problemini che emergono qui su Citizenmania al riguardo di orologi che vanno fuori di testa in modo più o meno serio. Personalmente sono convinto che la fonte principale di questi guai sia la scarsa carica. Troppi utenti secondo me non percepiscono il messaggio che si trova sulle istruzioni ‘cercate di tenere il vostro orologio sempre carico’ e trascurano questa importantissima funzione.
    Se hai molti orologi e li alterni di frequente quelli non in uso stanno in un cassetto al buio. Ciò non fa bene agli Eco Drive che hanno probabilmente più bisogno di luce di quanto la casa si fidi per ragioni commerciali ad ammettere.
    Per quanto mi riguarda tengo in un cassetto e/o in cassaforte tutti i miei orologi esclusi i 9 Eco Drive: questi, quando non li porto, stanno sempre sul ripiano di una libreria che guarda una finestra. Sarà un caso, ma non ho mai avuto problemi di sorta …

  3. Ciao a tutti e benvenuto a Walter.
    Ho letto il post su Ciao e mi sono permesso di rispondere ad alcune inesattezze.
    Questo il link del mio intervento.

    http://www.ciao.it/Citizen_Eco_Drive_Radiocontrollato_As405001E__Opinione_1265204

    Evidentemente in buonafede, il lettore ha equivocato in parecchie deduzioni.

    Salutissimi

  4. Devo ammettere che erano proprio le risposte che mi sarebbe piacuto sentire.

    Quindi deciso “lo voglio” 🙂 ora è solo questione di tempo.

    Grazie a tutti, per le risposte ed i consigli.
    E complimenti per il blog, che sicuramente non mancherò di consultare.

    Un salutone

  5. Carlitos_74

    Io forse sono un possessore SFORTUNATO di questo orologio.
    Enrico ormai conosce per filo e per segno le mie disavventure.
    Anzi per aggiornarti rispetto a ieri ti aggiungo che domenica sera ho eseguito per l’ennesima volta l’azzeramento completo, settato la posizione di riferimento corretta, eseguito la riprogrammazione e poi sono andato a dormire con il mio orologio al polso.
    Al momento non mi interessa se faccia o meno la ricezione notturna.
    Se l’orologio è carico (ed è stato per 12 ore sotto un faretto il sabato 12 febbraio) dovrebbe tenere l’orario appena impostato.
    Ebbene lunedì sera rientrando a casa dopo aver fatto la doccia in palestra (si tratta di un orologio WR200 ci tengo a precisare) l’orario era indietro di 10-15 minuti e premendo il tasto A (posto a ore 4) il retro della lancetta dei secondi non si posizionava in maniera corretta su uno qualsiasi dei riferimenti (H-M-L o NO)
    Per l’esattezza non essendo andata a buon fine la ricezione in nottata avrebbe dovuto puntare a NO ed invece risultava sballata. Perciò la POSIZIONE DI RIFERIEMENTO risultava slittata nuovamente.
    Ora non capisco come mai ogni 3×2 la posizione di riferimento va per i fatti suoi.
    Mi rifiuto di credere che non sia sufficientemente carico.
    Ed è già due volte che torna dall’assistenza. Mi rifiuto di credere che tecnici qualificati non siano in grado di riconoscere un difetto o che non riescano a trovare il problema.
    Sul manuale vi è pure scritto che campi magnetici o urti potrebbero far slittare questa posizione di riferimento. Ebbene urti non ne ha presi e non sono una persona “magnetica”. Possibile che solo a me si fermi l’orologio e si sballi dopo poco. Ai tecnici non succede? Quindi una volta eseguite le loro prove lo rispediscono al mittente?

    Stamattina in ufficio mentre vi scrivo l’orologio risultava sempre indietro dei 10/15 minuti con la posizione di riferimento slittata.
    Ho eseguito, manuale alla mano, l’impostazione della posizione di riferimento e alla fine dell’operazione con mio enorme stupore l’orario si è corretto.
    Purtroppo sul manuale vi è scritto di eseguire la ricezione libera ma purtroppo l’orario, i pc dell’ufficio, le antenne dei satelliti non mi permettono di ricevere il segnale ma quantomeno alla pressione del tasto A il retro della lancetta dei secondi punta su NO.
    Speriamo che tenga sta benedetta posizione di riferimento.

    Penso anche, caro Enrico, di sbagliare ad eseguire le tue note.
    Magari salto un passaggio ma le ho lette più volte e riprovate più volte.
    Fatico pure a trovare gente (orologiai ufficiali e non CITIZEN) a parte voi, che conoscano quantomeno bene questo tipo di orologio e la sua programmazione.
    Risulta difficile a volte capirsi via post o mail.
    Un contatto diretto potrebbe esser una soluzione ottimale ma non trovo esperti.

    Un saluto a tutti.
    Carlo

  6. Ciao Carlitos,
    la procedura completa che occorre effettuare ogni qualvolta l’orologio viene consegnato al cliente, da parte di rivenditore o centro assistenza, è la seguente:

    1- Impostare l’orario di riferimento. (Lancette tutte al 12 e data tra 31 e 1). Ricordarsi che in questa operazione le lancette dei minuti e dei secondi vanno regolate per prime, poi si procederà a mese e anno, dopo di chè si passerà a ora e data.
    2- Effettuare l’azzeramento completo, che a quel punto consiste SOLO nell’estrarre la corona alla seconda posizione (tutta estratta).
    3- Effettuare una messa all’ora manuale (considerando ovviamente ora, minuti, secondi data, mese e anno).

    Se si effettua solo l’azzeramento o solo la procedura di regolazione dell’orario di riferimento, essi rimarranno sfalsati l’uno dall’altro (nel tuo caso di 10/15 minuti).

    A quel punto l’orologio risulta programmato sull’ora locale e predisposto ad aggiornarsi in riferimento al segnale ricevuto.
    Solitamente quando l’ora di riferimento “slitta”, come spieghi tu, è sintomo di errata programmazione o mancata sincronizzazione tra orario di riferimento e azzeramento delle lancette.
    Generalmente i Concessionari ufficiali sono in grado di compiere questa operazione correttamente.
    Mi pare però di avere capito che il rivenditore al quale ti sei rivolto NON fosse Concessionario, e che avesse reperito l’orologio presso un collega.
    Può darsi che nei vari passaggi tutti abbiano pensato che la programmazione la facesse “l’altro” e abbiano solo impostato l’ora.
    Prova quindi a fare daccapo le 3 operazioni (finora mi pare tu abbia impostato solo la programmazione).
    Se posso darti un consiglio però, non se ne abbia a male il collega che ha venduto l’orologio, la prossima volta compra il tuo orologio, di qualunque marca sia, direttamente da un Concessionario.
    Un altro consiglio che mi permetto di rivolgere non solo a te, ma a tutti, è che comprare l’orologio dai canali ufficiali mette al riparo da ogni eventualità negativa: potrai sempre fare la voce grossa, e questo a dispetto degli Euro di differenza, che spesso non ci sono neppure.
    Detto questo rientro nel mio ambito tecnico.
    Fammi sapere.
    Salutoni.

  7. Carlitos_74

    Grazie Enrico per il tuo supporto tecnico e morale.
    Seguirò il tuo consiglio. Purtroppo è stato un regalo e la persona che mi ha fatto questo regalo mai pensava che potessero nascere problemi così complicati anche dal punto di vista di passaggi tra venditore-concessionario-assistenza.

    Tornando a noi se ho ben capito devo eseguire in sequenza come tu scrivi le operazioni 1-2-3?
    E una volta impostato l’orario di riferimento (immagino ti riferisci alla POSIZIONE DI RIFERIMENTO?) basta SOLO estrarre la corona in 2° posizione per effettuare l’azzeramento? Nessuna combinazione di tasti premuti?

    Ma se non ricordo male nel tuo post su come impostare correttamente il pilot, l’azzeramento completo è la prima operazione da eseguire, per poi passare a settare la posizione di riferimento con minuti e secondi ad ore 12 (corona in 2° posizione) e poi data tra 31 e 1 (corona in 1° posizione).

    E comunque tu affermi che ogni volta che si intende cambiare l’orario bisogna ripetere tutta la procedura. (Quindi anche l’azzeramento completo)
    Da manuale però l’azzeramento completo (seguito dall’impostazione di riferimento) è da effettuarsi nei casi in cui il funzionamento diviene anormale a causa di effetti di elettricità statica o di urti.

    Sempre nel manuale al paragrafo 4 (Impostazione manuale dell’orario e della data) non parla di azzeramento completo ma fa eseguire in sequenza queste operazioni:
    A – CORREZIONE LANCETTE DEI SECONDI E DEI MINUTI:
    1 – estrarre corona alla 2° posizione
    2 – ruotare corona per impostare lancetta dei minuti
    3 – riportare corona in posizione normale
    B – CORREZIONE DEL MESE E DELL’ANNO (n° anni trascorsi dall’anno bisestile):
    1 – estrarre corona alla 1° posizione
    2 – ruotare corona per impostare mese ed anno
    3 – riportare corona in posizione normale
    C – CORREZIONE DELLA LANCETTA DELLE ORE E DELLA DATA:
    1 – estrarre corona in posizione normale
    2 – premere il pulsante B una volta
    3/4 – ruotare corona per impostare la lancetta delle ore all’orario corretto
    5- Premere il pulsante A per 2 secondi (questa operazione nelle tue note non la trovo)
    6 – premere il pulsante B una volta questa operazione nelle tue note non la trovo)

    Scusami se mi pongo domande ma sto passando al vaglio ogni possibile strada per venirne a capo.
    Grazie ancora per l’attenzione.
    Carlo

    PS: quest’estate potrei venire in riviera ligure a fare le vacanze così vengo a trovarti…ehehehe!!!

  8. mirko017

    Leggendo tutte queste peripezie mi vengono spontanee alcune considerazioni.
    Ecco la prima.
    Dal momento che con tutti gli orologi che ho attualmente (e che ho avuto in passato) non ho mai avuto questi problemi (scusate, ma sto facendo gli scongiuri…!), dovrei probabilmente pensare di essere stato molto fortunato. Tuttavia, poiche’ la fortuna non e’ esattamente il mio punto forte, devo allora credere che ci sia un’altra spiegazione, che pero’ non mi e’ chiara e quindi resto perplesso.
    La seconda considerazione e’ la seguente.
    Se e’ necessario resettare l’orologio a seguito di un evento “traumatico”, mi sembra logico che la prima operazione da fare sia l’azzeramento completo, dopodiche’ sara’ il caso di verificare/correggere la posizione di riferimento. A questo punto pero’, trattandosi pur sempre di un radiocontrollato, perche’ e’ necessario settare l’ora manualmente? Non sarebbe sufficiente effettuare una ricezione manuale e lasciare che sia l’orologio a fare da se’ tutto il “lavoro sporco”?
    Infine la terza e ultima considerazione, che probabilmente e’ dovuta alla mia “ignoranza tecnica”.
    Non mi e’ chiaro quale possa essere un evento tale da mandare l’orologio fuori fase ed al tempo stesso lasciarlo perfettamente integro cosicche’ possa essere ripristinato semplicemente seguendo una certa procedura, ossia senza smontarlo e ripararlo.
    Ad esempio, se l’orologio ha subito un urto tale da far saltare fuori posizione una o piu’ lancette, mi viene da pensare che si sia rotto qualcosa. Dubito quindi che si possa rimediare semplicemente premendo un po’ di pulsanti in una certa sequenza.
    Analogamente, se l’orologio e’ stato esposto ad un campo magnetico cosi’ forte da mandarlo in tilt, e’ possibile che qualche componente abbia subito danni irreversibili.
    Concludo augurandomi di continuare a non avere di questi problemi.
    Saluti.

  9. Carlitos_74

    Ciao Mirko.
    Piacere di “conoscerti” su questo blog.

    Le tue osservazioni sono precise e intelligenti.
    In riferiemnto alla tua seconda considerazione aggiungo che è corretto lasciare fare tutto all’orologio, dato che è programmato per farlo, ma se per un qualunque motivo (interferenze, orari di punta, segnale debole) per uno o più giorni la ricezione non va a buon fine si ha al polso un orologio impostato correttamente ma con l’orario non preciso.
    Infine sulla terza considerazione posso aggiungere questa mia considerazione: poniamo il caso che il mio orologio abbia subito un urto violento e si fosse rotto qualcosa al suo interno. I tecnici di un centro autorizzato credo siano in grado di capire dove stia il problema e sostituire l’eventuale pezzo danneggiato.
    In seconda analisi poi il centro provvederà a dirmi se si tratta di un’operazione coperta o meno da garanzia. E’ questa situazione di non sapere come risolvere il problema che non mi fa stare in pace. Ritirato dall’assistenza non ho nessuna indicazione di come comportarmi e dopo poche ore il problema (slittamento posizione di riferimento con annessi problemi di orario sballato) si ripresenta.
    Comunque sia ora proverò a fare altri test e prove seguendo i vostri consigli.
    Grazie per l’attenzione.
    Carlo

  10. Ciao ragazzi.
    @Carlitos_74: Prova a fare come ti ho suggerito nella sequenza 1-2-3.
    Giustamente hai notato che non ti ho suggerito di premere i due pulsanti contemporaneamente prima dell’azzeramento completo.
    Questa sequenza che ti ho suggerito ha lo scopo di uniformare azzeramento e posizione di riferimento.
    @mirko017: In effetti al termine dell’azzeramento si potrebbe attendere di ricevere il segnale e verificare la messa all’ora. Ma perchè attendere questo evento con l’orologio “fuori orario” quando possiamo leggere contemporaneamente l’ora esatta. In caso di malfunzionamento ci accorgeremmo ugualmente di un eventuale sfalsamento. Supponi poi che per due o tre giorni non ci fosse ricezione: immagina che ansia.
    Salutissimi.

  11. Carlitos_74

    Ciao Enrico.
    Proverò ad eseguire la tua sequenza. Perdona ma inizio a dubitare della mia capacità/pazienza e che magari io e te parliamo una lingua diversa.
    Proviamo a riassumere i passaggi.
    Tu scrivi:
    1- Impostare l’orario di riferimento. (Lancette tutte al 12 e data tra 31 e 1). Ricordarsi che in questa operazione le lancette dei minuti e dei secondi vanno regolate per prime, poi si procederà a mese e anno, dopo di chè si passerà a ora e data.
    Sul manuale a che operazione si riferisce? Impostazione manuale dell’orario (cap 4) o impostazione posizione di riferimento (cap 10)?
    Tu scrivi:
    2- Effettuare l’azzeramento completo, che a quel punto consiste SOLO nell’estrarre la corona alla seconda posizione (tutta estratta).
    Non capisco che operazione si tratta. Una volta estratta alla 2° posizione la lancetta dei secondi si posiziona sulle 12 se la posizione di riferimento è corretta.
    E poi che faccio? Riavvito la corona?
    Tu scrivi:
    3- Effettuare una messa all’ora manuale (considerando ovviamente ora, minuti, secondi data, mese e anno).
    Intendi l’operazione di impostazione manuale dell’orario?

    Infine con queste tue note (http://www.citizenmania.it/articoli/programmazione-dellorario-del-pilot-radiocontrollato/) cosa si ottiene?
    Da quello che ho capito io si tratta di un azzeramento completo con successiva impostazione manuale dell’orario in riferimento all’ultimo anno bisestile.
    Immagino che questa operazione comprenda anche il settaggio della posizione di riferimento in quanto terminato il tutto premendo il tasto A il retro della lancetta dei secondi si posiziona sul NO e se metto la corona in posizione 2 la lancetta si posiziona sulle 12.
    Scusa ma mi son fuso il cervello.
    Grazie e alla prox.
    carlo

  12. Carlitos_74

    Ciao Enrico.
    Purtroppo anche oggi pomeriggio verso le 15.30 la posizione di riferimento mi è slittata facendomi perdere 3/5 minuti sull’orario corretto.
    Ieri sera avevo provato a fare la tua sequenza ma non credo di esserci riuscito.
    Alla fine ho reimpostato la posizione di riferimento e lasciato tutta la notte l’orologio sotto i faretti.
    In mattinata ho verificato la ricezione (H) e fiducioso sono andato al lavoro fino al fattaccio delle 15.30.
    Ho contattato l’assistenza a milano e tramite il codice di riferimento ho rispiegato la mia situazione.
    Ora ho consegnato al concessionario ufficiale l’orologio, il quale lunedì andrà a milano e poi mi farà sapere.
    Resto in stand-by.
    Carlo

  13. Io ho tre Citizen Radiocontrollati e un Eco-Drive calendario perpetuo…mi trovo benissimo…mai un problema…

  14. Ciao Carlitos_74,
    sono sempre convinto che la soluzione è quella di uniformare posizione di riferimento e azzeramento.
    Sono altrettanto certo che in assistenza effettueranno velocemente questa operazione.
    A presto e salutoni.

  15. Carlitos_74

    Ciao Enrico.
    Me lo auguro pure io.
    Stando a quanto mi ha detto la signorina dell’assistenza a milano, verificando il numero di pratica e quello che le ho esposto io a voce, sembra che ci possa esser stato un misunderstanding tra l’assistenza e il concessionario (anche perchè io l’ho sempre lasciato al negoziante, e quindi ci son stati più passaggi che forse hanno creato il malinteso) che ha fatto si che i tecnici non abbiano magari controllato certe impostazioni/verifiche/parametri che invece avrebbero dovuto controllare.
    Speriamo che questa volta sia quella definitiva.
    Non mancherò di aggiornarti.
    Grazie per il supporto.
    Alla prox.
    Carlo

  16. Giovanni

    Buonasera a tutti, ho un citizen automatico che monta un 82 15 per intenderci, ho notato regolando l’ora che quando ruotoo la corona in modo veloce sento una sorta di ostacolo (una specie di attrito), che svanisce se vado piano , puo essere un problema di guarnizioni? oppure è un problema meccanico?
    grazie

  17. Ciao Giovanni.
    E’ difficile giudicare senza avere tra le mani l’orologio.
    Se il meccanismo è correttamente fissato alla cassa e quindi l’attrito non è attribuibile alle viti di fissaggio allentate, penso che l’attrito possa essere l’ingaggio del ruotismo dell’automatico e sarebbe normale in questo calibro.
    Fammi sapere.
    Salutissimi.

  18. Carlitos_74

    Per Enrico.
    Aggiornamento situazione personale.
    Ieri pomeriggio il concessionario ufficiale citizen al quale ho consegnato il mio pilot per un ulteriore viaggio verso l’assistenza mi ha chiamato dicendomi che l’orologio era pronto.
    Dalle poche chiacchere effettuate con il concessionario sembra che quelli dell’assistenza gli abbiano riferito che secondo loro l’orologio ha subito un trauma.
    Poniamo il caso che sia vero: nel caso dovrebbero farmi pagare il pezzo o tutto il sistema sostituito e che considerano non coperto da garanzia.
    Ma alla fine della storia l’orologio deve comunque funzionare.

    Fatta questa premessa stasera dopo l’ufficio passerò dal concessionario a ritirarlo sperando che sia l’ultima volta.
    Ha passato una notte dal concessionario così magari valuta il perfetto funzionamento…..

    Non mancherò di aggiornarti.
    Grazie.
    Carlo

  19. Carlitos_74

    NO COMMENT…
    Ritirato ieri (09/03/2011) alle ore 18.15 –
    Verifica dal concesionario: premo il tasto A (ore 4)
    Risultato: retro lancetta secondi perfettamente su H (posizione di riferimento e ricezione OK)

    Chiedo al concessionario se devo seguire qualche procedura, un accorgimento particolare.
    No. Mi risponde che non devo toccare nulla.
    In assistenza hanno verificato e programmato l’orologio. Aggiungono pure che secondo loro avrebbe subito un colpo.

    Il concessionario mi dice pure che l’ha tenuto in carica 2 giorni (penso in orari di negozio).

    Comunque sia metto al polso il mio citizen e questa mattina (10/03/2011) mi sveglio alle 7.27-
    Con enorme rabbia l’orologio è FERMO NUOVAMENTE. Segna le ore 07.05.16”.

    In attesa che riapra il concessionario noto lo stesso problema già riscontrato.
    La lancetta dei minuti e dei secondi sono sempre ferme ma avanza quelle delle ore.
    Quindi alle 8.30 segnava 08.05.16” alle 9.30 segnava 09.05.16” e così via….

    Consegnato questa stessa mattina al concessionario, ha verificato che l’orologio era fermo.
    A questo punto mi ha detto con fermezza che se ne occupava lui contattando il suo rappresentante.
    Ora è di nuovo in mano loro.

    Mi vengono da fare alcune valutazioni (condivise con il concessionario il quale smentisce categoricamente).
    A questo punto potrebbe essere il mio appartamento, che sia sotto l’influenza di qualche campo elettromagnetico e che quindi sia all’assistenza che al concessionario vada tutto bene e invece quando lo prendo io si presenta il problema.
    Io possiedo solamente un router wifi in casa per la connessione internet e nel mio condominio abbiamo un’antenna e una parabola centralizzate.
    Non sono di sicuro le antenne del Vaticano!!!
    A vista d’occhio poi non vedo neppure le cabine della corrente o dei telefoni…
    Nulla di tutto ciò…..
    Non so proprio cosa pensare…..e come muovermi.

    Grazie per l’attenzione
    Carlo

  20. Ciao Carlitos_74.
    o meglio Carlo se mi consenti di chiamarti così.
    A questo punto vorrei proporti di spedirmi il tuo orologio affinchè io possa verificare cosa succede.
    Insomma, l’orologio non può essere … posseduto.
    Qualche spiegazione ci deve essere!
    Se vuoi e se ti fidi, collegati con blog.gioielleriacannoletta.it
    Clicca su Contattami e mandami il tuo indirizzo email.
    Ti contatterò dandoti il mio recapito per la spedizione.
    Di più non so dirti.
    Ciao e a presto.

  21. A proposito di Vaticano… io ci abito proprio di fronte e ti assicuro che non ho mai riscontrato i tuoi problemi 🙂

  22. Carlitos_74

    Ciao Enrico.
    Ho provveduto a inviarti la mia mail nel tuo blog personale.
    Rimaniamo in attesa di questa ulteriore “vacanza” in quel di milano per il mio Citizen, poi vedremo come muoverci.

    Grazie per il tuo supporto e complimenti vivissimi per l’iniziativa del Citizen in Special Edition.
    La tua passione riesci a trasmetterla agli altri.

    Carlo

  23. Ciao Carlo,
    ho letto la tua email.
    Ok e a presto.
    Salutoni.

  24. Giovanni

    Enrico ho letto quanto hai scritto a carlitos, valuto nel caso c fosse la necessità di spedirti qualche mio orologio. NN mi fido di nessuno purtroppo come già tempo fa ti ho scritto. Inoltreper quanto riguarda il mio miyota 8215, quando regolo l’ora lentamente è perfetto appena faccio scorrere l’indice e girare veloce la corona per far ruotare le lancette piu velocemente sento una sorta di attrito che è intermittente all’atto del giro completo. Da premettere che l’orologio è preciso e nn rilevo alcuna anormalità. Forse è un difetto di costruzione o di corona?o è solo una cosa che ho notato io, se hai un orologio che monta questo calibro puoi verificarla ?Grazie.

  25. Ciao Giovanni,
    non credo che il problema che lamenti sia insormontabile.
    Se vuoi puoi spedirmi l’orologio affinchè possa valutare la situazione.
    Trovi il contatto su http://blog.gioielleriacannoletta.it
    Una volta sulla home-page vai sul link “Contattami” posto in alto e comunicami il tuo indirizzo e-mail.
    Salutissimi.

  26. Giovanni

    grazie enrico

  27. FABRIZIO

    AQUALAND I ORO epilogo: Caro Enrico pare non esistano più ricambi, quindi armato di paziensa ho acquistato un modello analogo con cassa usurata e fermo da tempo per pochi euro e ho recuperato il movimento sostituiendolo con quello guasto. La fortuna mi ha assistito ed ora lo porto al polso perfettamente funzionante nei due modi con tanto di allarmi acustici. Del vecchio movimento sono riuscito a rifare la pista elettronica di collegamento dalla batteria all’analogico e funziona anche questa. Per il digitale nulla da fare, bisognerebbe smontassi il funzionante per fotografare i circuiti ma non oso oltre non essenso un tecnico orologiaio come voi. Una buona esperienza o esercitazione (missiom-impossible)è stata quella di smontare (per sbaglio) il motore passo-passo e rimontarlo facendolo funzionare. Tu sai quale è la dimensione del rotore magnetico……! Complimenti per il video, così Ti ho conosciuto sul “lavoro” Tanto Ti dovevo per la Tua cortesia. Fabrizio

  28. Ciao Fabrizio,
    sono io che devo complimentarmi perchè non siamo in molti a inforcare il saldatore per riparare i circuiti (e tu fai parte di questi pochi).
    La maggior parte degli orologiai si limitano allo smontaggio del circuito e della parte meccanica, rotore compreso, che comunque, come hai visto non è un’impresa propriamente semplice.
    Bravo e a presto.

  29. giovanni mocerino

    Ciao enrico da un attento controllo del funzionamento del miyota 8215 ho riscontrato un altr aanomalia, quando scuoto energicamente l’orologio la lancetta dei secondi si ferma per circa 2 secondi e poi riparte ma è normale sta cosa?può essere un difetto di questo calibro…?

  30. Ciao giovanni mocerino,
    se il funzionamento generale, e quindi la precisione della marcia oraria è corretta, non mi preoccuperei troppo del problema, che può essere attribuito ai normali giochi di ruotismo.
    Salutissimi.

  31. giovanni mocerino

    Cosa intendi per gioki di ruotismi?scusa significa che si ferma per nn dare shock al bilanciere?

  32. Ciao giovanni,
    assolutamente no!
    Le ruote di un orologio non sono “costrette” in spazi eccessivamente stretti: hanno un normale “gioco” che consente loro millimesimi movimenti, anche in direzione contraria a quella di marcia. E’ normale quindi che vi siano delle pause al momento della rimessa in marcia.
    Ti consiglio di recarti da un buon orologiaio e farti controllare l’orologio al cronocomparatore: se questo test da esito positivo, non devi preoccuparti d’altro.
    Salutissimi.

  33. giovanni mocerino

    L’orologio prrsenta tale anomalia anche se è del tutto carico…mah

  34. Ciao giovanni,
    il livello della carica è ininfluente a questi fini.
    Fai controllare al cronocomparatore, per scrupolo, ma sono convinto che, se non riscontri problemi di marcia oraria, il tuo orologio dovrebbe essere ok.
    Salutoni.

  35. giovanni mocerino

    Grazie mille enrico, e scusami se ti faccio tante domande, nonostante il sito sia dedicato esclusivamente per orologi citizen. Domani passo dal rivenditore e vediamo cocsa mi dice, anche se credo che lo mandabo in astistenza.
    grazie ancora buona serata

  36. FABRIZIO

    QUESTO ESULA MA…. qualcuno può indicarmi come si cambia la pila ad un caribbean 5000 (quarz) della philip: sono partito baldanzosamente reduce da un revamping citizen ma mi sono scontrato con una realtà sconcertante. Sicuramente Enrico mi capisce. Grazie! Fabrizio

  37. Ciao Fabrizio,
    spero che “Mister Citizen” o Fabio (l’editore) non mi riprendano se rispondo a questo quesito.
    Il Carribean 5000 ha un fondello che va svitato utilizzando una chiave particolare. A parte ciò e a condizione che l’orologiaio sia in grado di ridare l’impermeabilità consona, la sostituzione della pila, di per se stessa, non presenta difficoltà alcuna.
    Ciaooooooooooo.

  38. FABRIZIO

    Grazie Enrico, faccio ammenda per il fuori pista. In cambio mi sono registrato per il futuro che sarà tutto Citizen!
    A presto Fabrizio

  39. giovanni

    Signori devo essere sincero al massimo, credo che al momento tra tantoi orologi di tutto rispetto, svizzeri ect, i migliori sono quelli nipponici in particolar modo i citizen! Ad oggi prezzo qualità non si supera, qualità e precisione ottima, e durata dei materiali. Ho speso tempo fa 600 euro per uno svizzero, in 3 anni ho avuto tanti problemi ed ora nn mi funziona il chrono. Ho un citizen chrono movimento os10 da 13 anni, 5 atm.Mai avuto un problema!Stupendo!Che dire a voi le considerazioni

  40. Ciao a tutti.
    Mi piace molto il pilot crono (titanio e quadrante nero), ma ho letto che il segnale radio che percepisce (ho letto in questo blog che “parte” da un orologio atomico situato in Germania) è “buono” solo entro i 1.500 km (mi pare di avere capito così) e che già fa fatica a volte ad essere captato in anche in alcune zone del nord italia.
    Domanda: io abito a Catania, il segnale è debole quindi ? Devo ripiegare (a malincuore) su altri orologi ?

  41. Walter

    Ciao a tutti,
    finalmente ho il mio pilot radiocontrollato, è bellissimo!!!
    Mi è arrivato circa due settimane fa, ed ogni volta che guardo l’ora non riesco a non soffermarmi ad osservarlo…

    Per il radiocontrollo non ho avuto nessun problema. La ricezione automatica viene effettuata la notte alle 3 e alle 4. Di tanto in tanto la mattina controllo l’avvenuta ricezione. Io sono di Napoli e lavoro a Milano, ma ripeto, in entrambe le città, nessun problema.

    A mio parere è assolutamente un orologio da consigliare!

    Un salutone.

  42. ho comprato un pilot crono radiocontrollato, ma il rivenditore non trova il libretto di istruzioni;
    domanda : riesco a reperirlo in formato pdf da qualche parte?grazie ciao

  43. Francesco C

    Eccoti qui il manuale del crono Pilot (movimento E670):

    http://www.citizenwatch.jp/support/pdf/e670/i.pdf

  44. Salve a tutti,
    vorrei acquistare un citizen modello AS4030-59E. Tra i miei dubbi vi è il radiocontrollo. So che le onde vengono emesse da Francoforte e che sono presenti comunque anche se io non ho l’orologio al polso. Nonostante l’orologio sia un’ antenna ricevente passiva, qualcuno ben ferrato sull’argomento potrebbe dirmi se comunque attorno all’orologio venga emesso campo magnetico/elettromagnetico seppur ridotto? ( Non intendo un confronto col campo generato da telefoni cellulari e sulla cui pericolosità non si sa molto)

  45. Caro Luigi,
    grazie per essere dei “nostri”.
    Approfitto del tuo intervento per sfatare ogni sorta di leggenda metropolitana circa le presunte pericolisità dei radio-controllati di Citizen (e comunque degli orologi radio-controllati in genere).
    Bisogna chiarire una volta per tutte che questi segnatempo sono esclusivamente dei ricevitori, i quali non hanno nulla a che spartire con cellulari, trasmettitori, emettitori d’onda e compagnia cantante.
    Temere le onde dei radio-controllati in Orologeria sarebbe come aver paura ad accendere un ricevitore radio oppure un televisore.
    Se la TV qualche problema poteva crearlo per via dei vecchi cinescopi a fosforo, oggi i moderni schermi lcd hanno eliminato ogni problema.
    Le onde che “investono” il tuo eventuale orologio radio-controllato, inoltre, sono già nell’etere, e sono a frequenza bassa rispetto alle onde corte su cui viaggiano i segnali molto più modulati.
    Le OL (Onde Lunghe), o LW (Long Wave) che dir si voglia, quelle che servono i nostri orologi, sono le più semplici e maggiormente vicine alle onde medie su cui viaggiavano le vecchie trasmissioni radiofoniche.
    Non so chi possa aver diffuso una bufala di tale entità, ma anch’io ho sentito parlare circa la “pericolosità” degli orologi radio-controllati, ma ti assicuro che si tratta di una notizia falsa sia dal punto di vista scientifico, che sotto l’aspetto tecnico.
    Ogni esperto di radio-comunicazioni ti potrebbe tranquillizzare, e può confermare le mie parole.
    Se ti piace, compra pure e divertiti con il tuo Citizen AS4030-59E.
    Salutissimi.