Acquisto Citizen Pilot Radiocontrollato AS2031-57E

Buongiorno a tutti,
Mi sono appena iscritto a questo “club” e devo dire che ho gia’ trovato una serie di articoli interessantissimi.

Ho appena acquistato un orologio Citizen Pilot Radiocontrollato in titanio bianco ( mod. AS2031-57E – attualmente al 4^ posto della classifica qui riportata dei piu’ venduti… ) di cui ero da tempo “innamorato”.

Tutto perfetto veramente, orologio sublime, ricezione perfetta ( prov. Varese).
Se posso unico neo : Ho voluto espressamente questo modello con Cassa e bracciale in TITANIO \”bianco\” TI.C.C. perche’ avevo letto che questo tipo di titanio era in assoluto il piu’ duro e non scalfibile…

In realta’ anche piccoli sfregamenti ( per es. sul tavolo dove lavoro al PC ) determinano dei piccoli graffi al bracciale…ma non doveva essere con un grado di durezza inferiore solamente al diamante (TICC (Titanium Carbide Coating) ??! Ho notato solo io questa cosa? Sara’ che mi crea enorme fastidio vedere segni sull’orologio…

Vorrei porre una domanda perche’ non mi e’ chiarissimo dalle istruzioni:
Come si fa a leggere la data e l’anno? Ho capito bene l’esempio sulle istruzioni dove si dice di vedere cosa indica la lancetta dei secondi ( oggi per esempio 22 feb 2010 i secondi di devono trovare al 12^ secondo ( le 2 sta per il mese e i 2 ulteriori secondi rappresentano i 2 anni successivi l’ultimo bisestile 2008 e quindi indicano correttamente 2010) ma la domanda : che comando devo dare e come per vedere appunto la lancetta dei secondi si fermi in questo punto? Cosa devo schiacciare?
Grazie a chi vorra’ essermi d’aiuto.
Cordialmente
Roberto


26 Commenti

  1. Ciao Roberto,
    la lettura del mese e dell’anno avviene esclusivamente in fase di programmazione.
    Ciò non significa che l’utente non possa avere quelle indicazioni, ma che per richiamarle occorre eseguire alcune procedure.
    Ti consiglio di leggere il seguente articolo

    http://www.citizenmania.it/articoli/programmazione-dellorario-del-pilot-radiocontrollato/

    nel quale troverai, oltre alle indicazioni per la programmazione anche un accenno alla lettura del mese e dell’anno.
    Se volessi divertirti con il regolo calcolatore puoi servirti di questo link

    http://www.citizen.it/citizen_jsp/tecnologia_regolo.jsp

    Buon divertimento con il tuo Pilot!

  2. Emanuele

    Ciao,anche io ho il crono Pilot,se imposti l’orologio sul modo “CAL” nella lancetta delle funzioni alle ore 6,e reinserisci la corona, la lancetta dei secondi indicherà mese (2 per febbraio più due secondi per il secondo anno bisestile) io lascio sempre l’orologio in questa funzione, non mi interessa di vedere i secondi in movimento continuo. Sul libretto trovi spiegata questa funzione. l’unica cosa è che in questa condizione di notte non si isncronizza con l’orolgio atomica.

  3. anch’io ho un pilot radiocontrollato in acciaio ed un pilot crono in titanio ottimi orologi, mai avuto problemi finora!

  4. Ciao a tutti, sto per acquistare un pilot radiocontrollato e vorrei un consiglio…acciaio o titanio?? anche a me “disturba” avere un orologio con segni e graffi, per questo mi stavo orientando sul titanio in quanto più duro. Leggo però dal commento di Roberto che già la scrivania lascia qualche segno di sfregamento.
    L’acciaio è meno leggero e sicuramente è scalfibile però ha il vantaggio che si può sempre far lucidare e ritorna come nuovo.
    Voi che ne dite? Grazie mille.

  5. Ciao Luca,
    posso dirti sinceramente che tutti quei miei clienti che hanno scelto la versione in titanio del Pilot ne sono rimasti soddisfatti, per leggerezza, portabilità e durezza del materiale.
    Penso che un minimo di segni del tempo siano proprio inevitabili, ma non turbano più di tanto: è importante che non siano penalizzanti.
    Citizen è sempre stata molto attenta alla durata estetica dei suoi modelli: ricordo che negli anni ’80 lanciò una collezione, chiamata “Exeed”, che utilizzava una lega pressochè inscalfibile. Io stesso sottoponevo le casse, davanti ai clienti allibiti, ad una prova di “incisione” con il coltellino apri-casse, mostrando poi l’orologio intonso.
    Oggi la nuova frontiera è rappresentata dai nuovi trattamenti del titanio.
    Ti consiglio di leggere i bellissimi post tecnici di Marcello ai seguenti links:

    http://www.citizenmania.it/tecnologia/la-finitura-del-titanio-prima-parte/

    http://www.citizenmania.it/tecnologia/la-finitura-del-titanio-seconda-parte/

    Salutissimi.

  6. Ciao Luca,
    posso dirti sinceramente che tutti quei miei clienti che hanno scelto la versione in titanio del Pilot ne sono rimasti soddisfatti, per leggerezza, portabilità e durezza del materiale.
    Penso che un minimo di segni del tempo siano proprio inevitabili, ma non turbano più di tanto: è importante che non siano penalizzanti.
    Citizen è sempre stata molto attenta alla durata estetica dei suoi modelli: ricordo che negli anni ‘80 lanciò una collezione, chiamata “Exeed”, che utilizzava una lega pressochè inscalfibile. Io stesso sottoponevo le casse, davanti ai clienti allibiti, ad una prova di “incisione” con il coltellino apri-casse, mostrando poi l’orologio intonso.
    Oggi la nuova frontiera è rappresentata dai nuovi trattamenti del titanio.
    Ti consiglio di leggere i bellissimi post tecnici di Marcello ai seguenti links:

    http://www.citizenmania.it/tecnologia/la-finitura-del-titanio-prima-parte/

    http://www.citizenmania.it/tecnologia/la-finitura-del-titanio-seconda-parte/

    Salutissimi.

  7. Ciao Enrico,
    in effetti in questi ultimi giorni mi ero documentato un po (leggendo tra l’altro i post che anche tu ora mi hai indicato) ed ho optato per la versione in titanio. Che posso dire..sono appassionato di orologi e ne possiedo diversi..ma sono al mio primo citizen, che è allo stesso tempo il mio primo radiocontrollato! L’impressione iniziale è positiva; condivido in pieno le considerazioni dei tuoi clienti sui materiali impiegati e mi piace il sistema di radiocontrollo (che ho voluto “testare” diverse volte ed in diverse situazioni in questi primi giorni), precisissimo e davvero ben funzionante. Nel complesso quindi, visto anche il prezzo decisamente abbordabile, mi pare proprio un bell’orologio,solido ed affidabile, decisamente meritevole di essere acquistato e che consiglierò ad altri.
    Grazie per la tua cortesia ..e per i tanti post che ho visto hai pubblicato..sempre chiarissimi,pertinenti e molto utili.
    A presto,
    Luca.

  8. Salve a tutti, anch’io ho un Pilot radiocontrollato in titanio bianco e ne sono contentissimo, tant’è che per Natale ne ho fatto acquistare uno anche a mio fratello. Con grande sorpresa (e dispiacere) a seguito di un leggerissimo urto con la ringhiera delle scale, ho notato purtroppo una impercettibile scalfitura sulla ghiera del quadrante. Ora sto molto più attento a che l’orologio sia sempre ben coperto dalla manica della camicia.
    Il quesito che, tuttavia, vorrei porre è il seguente:
    ieri, domenica 27 marzo 2011, al cambio dell’ora legale il mio Pilot non si è aggiornato. A mio fratello imvece si. Grande delusione!!!
    Per quale motivo? Sul comodino ho una sveglia Oregon Scientific che non perde un aggiornamento d’orario quindi ritengo che il segnale giunga chiaro e forte nella mia zona.
    Domanda: come si può procedere in manuale?
    Le istruzioni non mi sono molto chiare.
    Grazie per l’aiuto.
    Piero
    Conegliano Veneto

  9. mirko017

    Ciao Piero,
    se ti puo’ consolare anche il mio Pilot non si e’ sintonizzato nella notte tra il 26 e 27 marzo, probabilmente a causa del maltempo.
    Non devi stupirti piu’ di tanto del fatto che quello di tuo fratello sia invece riuscito a ricevere il segnale.
    A volte bastano pochi centimetri di distanza perche’ l’intensita’ del segnale cambi.
    Comunque nessun problema: basta effettuare una ricezione manuale per sistemare tutto.
    Per quanto riguarda le istruzioni, non mi sembrano cosi’ difficili. Leggi il capitolo “3. Ricezione delle onde radio” dove parla di “Ricezione libera”.
    In pratica tutto cio’ che devi fare e’ premere un pulsante e attendere che l’orologio si sintonizzi.
    Saluti.

  10. Ciao,
    domenica scorsa volevo regolare l’ora legale manualmente poichè l’orologio non si è sincronizzato (a volte mi capita).
    Ho provato a spostare la vite centrale (non conosco il nome esatto) e con mia grossa sorpresa l’ho completamente estratto.
    Credo quindi che si sia rotto, non capisco come sia successo visto che da quando l’ho comprato (se ricordo bene quasi 4 anni fa) penso di averlo toccato una sola volta.
    A qualcuno è successo? Quanto costerà ripararlo?

  11. Caro Pino,
    con molta probabiltà la Tiges (ovvero l’albero legato alla corona)e la stessa corona sono uscite dalla loro sede al quale sono agganciate mediante un incastro.

    Il suggerimento immediato che Ti possiamo dare è quello di non tentare di rimetterelo in sede ma di rivolgersi ad un Centro Assistenza Citizen o direttamente o attraverso un Concessionario Citizen di Tua fiducia.

    Questo tipo di inconveniente è insolito (per lo più sui RadioControlled) ma non impossibile : può capitare!

    Diventa difficile calcolare il “danno” (se siamo fortunati basta solo rimetterlo in sede) ma siamo certi che il Centro Assistenza predisporra un idoneo preventivo.

    Sei in buone mani !

  12. Ciao Marco,
    grazie della risposta, in realtà appena è successo il fatto avevo già provato ad inserirlo: è entrato senza difficoltà ma ovviamente con la stessa facilità lo posso estrarre. L’unica cosa che lo “mantiene” è un piccolissimo anello di gomma sull’albero (Tiges) che penso serva ad evitare infiltrazioni all’interno della cassa.
    Sicuramente mi rivolgerò ad un centro assistenza, attraverso un rivenditore autorizzato di zona visto che mi è un pò scomodo raggiungere il centro assistenza.
    Speriamo che non sia un “danno” troppo elevato, grazie ancora per la risposta.

  13. Ciao Pino,
    vorrei aggiungere alle ottime indicazioni di Marco, che purtroppo, da quanto tu spieghi, non si può escludere la rottura della tiges.
    Direi comunque che forse ci sarebbe da augurarselo, perchè l’alternativa sarebbe una anomalia al tiretto, problema più costoso.
    Salutoni.

  14. Ciao Enrico e Marco,
    allora stasera sono andato dal rivenditore autorizzato, lui appena ha visto la tiges mi ha detto che si era rotta, io gli ho detto che forse si era sfilata ma lui mi ha fatto vedere un modello identico al mio (quadrante bianco) che ha in riparazione e da cui ha smontato la tiges per farmela vedere.
    Effettivamente era più lunga della mia ed è quindi chiaro che si sia spezzata, proprio nel punto in cui diminuisce il diametro (circa al 60% della lunghezza). Mi ha riferito che domani chiamerà il centro assistenza x richiederne la disponibilità e il costo, la riparazione la farebbe lui visto che mi ha detto che se la volesse inviare al centro assistenza ci vorrebbe tanto tempo, secondo me anche per avere un suo tornaconto, c’è da fidarsi? Quando ha tolto la tiges da quell’altro orologio mi è sembrato molto pratico.
    Visto che si è spezzata la tiges bisognerò probabilmente estrarre la parte che è rimasta all’interno, è una cosa difficile?
    Secondo voi quanto mi potrà chiedere x la riparazione?
    Grazie x i vostri suggerimenti.

  15. Ciao Pino,
    la sostituzione della tiges è un operazione semplice da effettuare per un orologiaio esperto.
    Il caso del radio-controllato, però, è abbastanza particolare tanto che Citizen consiglia l’invio in assistenza.
    Il prezzo della riparazione dipende da zona e dal collega, solitamente dovrebbe costare intorno ai €. 25,00/30,00, anche se ho sentito qualche collega chiederne anche 40,00.
    Considera che viene sostituito l’albero ma la corona rimane quella originale.
    Salutoni

  16. Ciao Enrico,
    grazie della risposta, terrò conto delle tue indicazioni visto che non conosco bene l’orologiaio, speriamo sia onesto.
    Ieri lui mi aveva detto che bisognava cambiare l’albero e la corona (forse pensava che fosse un unico componente), scusami ma per curiosità come sono accoppiati l’albero e la corona?
    Avvitati?
    Grazie

  17. Caro Pino,
    Albero e Corona sono serrati a vite.

    Bisogna vedere dove si è verificata la rottura : se è troppo vicino alla corona si rende necessario anche il cambio della stessa.

    In caso contrario (deve essere concessa la possibilità di estrarre la tiges dalla corona) è possibile la sola sostituzione della corona.

  18. Ciao Marco,
    grazie della spiegazione, tu ed Enrico siete stati gentilissimi. Vi farò sapere come è andata.
    saluti

  19. Ciao,
    ho ricevuto l’orologio dopo la riparazione, sembra tutto ok.
    Mi hanno sostituito corona e albero (mi hanno restituito i “miei”) al costo di 40 euro, più o meno in linea con quello che mi avevate anticipato.
    Grazie x il vostro supporto.

  20. Ciao Pino,
    sono contento per la tua soddisfazione.
    Il fatto che l’orologiaio abbia restituito anche la corona testimonia a favore della sua correttezza.
    Il prezzo, comprensivo della sostituzione della corona, è equo.
    Salutoni e a presto.

  21. nandi53

    ciao roberto.
    ti rispondo al tuo primo post per quanto riguarda i piccoli sfregamenti sul braccialo,e da 3 settimane che ho acquistato un evo5 e concordo con te sul fatto che il titanio non sia proprio cosi duro come si vuol far credere,Anche io come te mi crea enorme fastidio vedere quei segni ( figuriamoci tra un anno quanti segni ci saranno),da qualche parte qui nel forum o postato anche delle foto fatte dopo una settimana che avevo l’orologio (non dirmi dove per che sono nuovo di qui e non riesco a capire su che post le o messe)
    Ho mandato un email anche a citizen Italia,e devo dirti che ma risposto anche se con un certo ritardo ma qui tutto ok,ti metto la risposta originale di citizen Italia.
    Egregio Signor ……,

    salvo che l’orologio sia un prodotto originale e dunque abbia tutte le caratteristiche previste per tale modello, Le confermiamo che il titanio di cassa e bracciale dell’Evolution 5 beneficia di un trattamento di finitura che garantisce alla superficie stessa una resistenza all’abrasione cinque volte superiore allo standard.

    Ciò signifca che l’orologio “sopporta” bene l’usura dell’uso quotidiano, a meno che non venga sottoposto a particolari stress o abrasioni che inevitabilmente ne rovinano la superficie.
    dunque l’orologio e un prodotto originale preso in un concessionario, il concessionario lo trovato sul sito di citizen Italia quindi credo proprio che sia originalissimo,
    secondo punto, cosa intenda citizen per un uso normale questo non mi e chiaro,sono pensionato e le uniche volte che sfrego il cinturino e quando sono al pc quindi poche ore al giorno,come te sono deluso del materiale (titanio)ho un orologio con bracciale in acciaio che dopo 12 anni non presenta le rigature che a già il mio evo5.
    ciao nandi53

  22. Antonio

    Buongiorno, la settimana scorsa ho acquistato un citizen, un pilot titanio cassa bianco. La mia prima domanda per il momento è: Negli stati uniti si aggiorna automaticamente l’orario?

  23. mirko017

    Ciao Antonio,
    la risposta e’ NO. Il Pilot riceve solo il segnale tedesco, quindi negli Stati Uniti non puo’ ricevere alcun segnale radio.
    Saluti.

  24. Buongiorno, anche io posseggo questo orologio, dal 2007 direi. Sono molto soddisfatto, ma devo dire che credo abbia un problema all’accoppiamento tra il cilindretto dove si avvita il tiges (se ho capito bene i nomi) e la cassa in titanio. Nel 2009 mi sono accorto che l’albero “regolaora” si era leggermente estratto e non riuscivo piu’ ad avvitarlo. L’ho portato in riparazione e mi hanno detto che probabilmente si era rovinata la filettatura del cilindro dove l’albero si avvita. Ed essendo il cilindro (di acciaio) inserito a pressione nella cassa in titanio, l’unica soluzione era cambiare l’intera cassa (con vetro) perche’ Citizen non fornisce il ricambio separato. Ho speso 150 euro e ho cambiato la cassa (la cassa sostituita mi e’ stata consegnata dall’orologiaio. 3 anni dopo (senza mai piu’ aver toccato la manopola per evitare succedesse di nuovo), l’alberino esce di nuovo. Torno dall’orologiaio e dice che questa volta il cilindro e’ a posto ma si e’ sfilato dalla cassa. Per non spendere di nuovo quei soldi mi ha proposto di incollare il cilindro. 15€ e torno a casa contento. Altri 2 anni dopo (ora….) si risfila il cilindro. Torno in assistenza e mi dice che la cassa completa adesso costa 270€… Chiedo se sia possibile incollarlo di nuovo e mi dice di sì, ma ora ha perso l’impermeabilizzazione.
    Qualcuno di voi ha avuto la stessa sfortuna mia?

    Grazie e ciao a tutti
    Paolo

  25. Raffaele

    Ho un Citizen Pilot 2031-57E in titanio, da circa 5 mesi.
    Oltre ad un piccolo segno sulla corona e a qualche graffio sul cinturino, l’ orologio è praticamente nuovo. Non posso invece dire lo stesso di un orologio in acciaio regalato alla mia ragazza che, dopo soli tre mesi, è in condizioni ben peggiori. Non so voi ma io sono rimasto impressionato dal titanio Citizen, molto più resistente dell’ acciaio di altri produttori.

  26. Buogiorno,
    ho un Citizen Pilot AS2031-57E in titanio acquistato nel 2009. Nell arco di questi sei anni ho dovuto portarlo in assistenza ben 5 volte sempre a causa dello stesso problema. La prima volta a distanza di un anno dall’acquisto mi cadde a terra provocando come conseguenza la rottura della lancetta dei minuti(solo quella) che sembra sganciarsi dall’asse centrale delle lancette e ruotare liberamente all’interno del quadrante a seconda di come si inclina l’orologio. La riparazione fu passata sotto garanzia, cosi come le successive due. Negli anni si ripresenta sempre lo stesso identico problema e per urti di entità sicuramente minore rispetto alla prima caduta. L’ultima riparazione avvenuta 18 mesi fa mi costò 120 Euro, ora si ripresenta il problema mentre lo indossavo! é un problema del prodotto o delle riparazioni non eseguite a regola d’arte? Assurdo che un orologio di questa fascia di prezzo non resista a nessun tipo di sollecitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *